Caccia ai ladri tra Civiglio e Brunate: recuperata la refurtiva

altOperazione congiunta di carabinieri e polizia

Caccia ai ladri nella notte nei boschi tra Civiglio e Brunate.
Le volanti della Questura e le “gazzelle” dei carabinieri sono state impegnate in una caccia all’uomo che è proseguita per ore dopo le segnalazioni di un furto compiuto in un appartamento (a Civiglio) e di un secondo assalto tentato in una casa di San Maurizio di Brunate.
Un braccio di ferro che si è concluso senza l’arresto dei ladri – tre o forse addirittura quattro persone – ma con il recupero della refurtiva (tranne

un telefonino) e dell’auto utilizzata per compiere i furti, una Bmw poi risultata rubata a Cernobbio nei giorni scorsi. In sostanza, i malviventi, braccati dalle forze dell’ordine, hanno preferito lasciare sul posto quanto avevano rubato per poi scappare a piedi nei boschi e far perdere le proprie tracce.
La prima chiamata alle volanti per un furto di apparecchi elettronici (telefoni e tablet) a Civiglio. Mentre gli agenti sono sul posto, passa una macchina dei carabinieri diretta a San Maurizio, sotto il faro, in quanto è appena stato segnalato un colpo con modalità identiche e compiuto da persone molto simili a quelle sorprese a Civiglio.
Da qui l’operazione congiunta di polizia e carabinieri alla ricerca dei ladri. Questi ultimi, intuita la malaparata, hanno deciso di darsela a gambe.
Il furto nella seconda casa è stato solo tentato.
Le forze dell’ordine hanno però perlustrato tutta l’area alla ricerca dei ladri – tre, forse addirittura quattro persone – ritrovando poco dopo, parcheggiata e con il motore ancora caldo, un’automobile sospetta. Bmw risultata poi rubata. E il sospetto che quella potesse essere la vettura dei malviventi è presto diventato realtà in quanto a bordo è stata rinvenuta la quasi totalità della refurtiva scomparsa nel colpo precedente. Dei ladri, invece, nessuna traccia.
Probabilmente, approfittando del buio e dei boschi, hanno preferito fare ritorno a casa a piedi, senza bottino e soprattutto senza l’auto.

M.Pv.

Nella foto:
La strada percorsa dai ladri per raggiungere Brunate dopo il colpo compiuto a Civiglio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.