Caduto dalla scala: non ce l’ha fatta l’operaio 28enne

Infortunio sul lavoro ad Arosio
Non ce l’ha fatta l’operaio di Trezzo d’Adda, Ignazio Lisacchi, vittima di un incidente sul lavoro domenica. Nella notte tra lunedì e martedì, è infatti arrivata la notizia del decesso avvenuto all’ospedale Sant’Anna di San Fermo, dove era stato ricoverato d’urgenza in seguito alle ferite riportate nell’infortunio. Il giovane, 28 anni, stava lavorando ad Arosio, in via don Sirtori, all’interno dell’ex supermercato “Eurospin”.
L’operaio, dipendente della ditta “Ronchi
Montaggi”, era impiegato alle operazioni di smantellamento del sottotetto quando, per cause ora al vaglio della procura cui è stato segnalato l’accaduto, è precipitato da una altezza di almeno tre metri mentre si trovava su una scala. Una caduta devastante, sia per l’altezza da cui è avvenuta, sia per il modo in cui si è conclusa, con il capo che è andato violentemente a urtare il pavimento. Sul posto sono arrivati immediatamente i medici del 118 che hanno trasportato la vittima al Sant’Anna per un intervento chirurgico d’urgenza. Una operazione che, tuttavia, non è servita ad evitare il decesso dell’operaio avvenuto, come detto, nella notte tra lunedì e martedì. I rilievi sono stati affidati ai carabinieri di Mariano Comense.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.