Camerlata, schiaffo al Razionalismo: fontana senz’acqua. Ma il Comune vara la manutenzione

Un particolare della fontana di Camerlata

Da mesi ormai non zampilla più lo spartitraffico più artistico del Lario e forse dell’intera Lombardia, la fontana di Camerlata, opera razionalista realizzata nel 1960 ma sulla base di un progetto degli anni Trenta pensato per la Triennale dall’architetto cernobbiese Cesare Cattaneo e dall’artista astrattista lariano Mario Radice.
Ciclicamente sottoposta a restauri su armatura e cementi, e gravata dalla minaccia di inquinamento e vibrazioni causa traffico intenso, la struttura di cemento armato caratterizzata dall’equilibrio geometrico di cerchi e sfere, è stata spesso al centro del dibattito culturale in città. C’è chi sostiene la necessità di spostarla in un luogo più confacente e meno problematico (ma è nata per questa specifica sede), chi addirittura di abbatterla e rifarla con materiali più idonei.
Intanto il Comune cerca di correre ai ripari e ha varato una nuova manutenzione ordinaria e straordinaria delle fontane ornamentali e delle fontanelle sparse in tutta la città affidandosi a una ditta di Ceriano Laghetto, la Ital.Co.El., per un totale di 144 mila euro più Iva per un lavoro complessivo della durata di 1.095 giorni di interventi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.