Campagna vaccinale contro il Covid, tutte le tappe e le foto

L'arrivo dei vaccini al Sant'Anna

Quella di domenica 27 dicembre è una data destinata a entrare nella storia. L’inizio a livello locale della controffensiva dell’uomo contro uno dei virus più contagiosi e letali della storia. «Un punto di svolta» come è stato definito. La campagna vaccinale contro il Covid si è aperta alle 15.15 di domenica scorsa al Sant’Anna con 50 operatori sanitari che hanno ricevuto la prima dose del farmaco. Dovranno ripresentarsi il 18 gennaio per il richiamo.

I primi cinque vaccinati sono stati Manuela Soncin, coordinatrice infermieristica del Pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna, Gianluigi Spata, presidente dell’Ordine dei medici di Como, Andrea Lombardo, primario della Rianimazione, Domenico Pellegrino, primario di Geriatria, e Dario Cremonesi, presidente dell’Ordine delle professioni infermieristiche. Tra i primi anche il presidente dell’Ordine dei farmacisti Giuseppe De Filippis, di Federfarma Attilio Marcantonio e il medico della Ca’ d’Industria Mario Vivona, in rappresentanza del personale delle Rsa. Oggi si replica. Sono infatti in arrivo, partiti ieri sui Tir dalla sede della Pfizer-Biontech in Belgio, altri vaccini diretti in Italia.
Le dosi destinate alla provincia di Como raggiungeranno sempre l’ospedale Sant’Anna di Como, che è l’unico hub territoriale individuato dalla Regione per la campagna vaccinale.
Non è stato ancora quantificato l’esatto numero di persone che verranno vaccinate oggi. Si tratta ancora solo di personale sanitario. Poi toccherà ai pazienti delle case di riposo, quindi alle persone di età compresa tra 60 e 79 anni e a chi soffre di una malattia cronica. E poi, via via, a tutti gli altri: con priorità per il personale scolastico e le forze dell’ordine. Una campagna che durerà alcuni mesi.
«Questa giornata segna un punto di svolta nelle strategie di contrasto alla pandemia – ha commentato domenica il direttore generale dell’Asst Lariana, Fabio Banfi – Un bel giorno per gli operatori, la principale risorsa strategica di questa battaglia. Un bel giorno per tutti. La vaccinazione tuttavia – ha aggiunto – non deve generare un depotenziamento dei comportamenti finalizzati alla riduzione del rischio di contagio».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.