Campagna vaccinale nel caos, Fontana commissaria “Aria”

Attilio Fontana

Il caos nelle convocazioni per somministrare i vaccini, che ha colpito in maniera ancor più evidente e imbarazzante la provincia di Como nell’ultimo fine settimana, ha spinto la Regione ad assumere drastiche decisioni. A comunicarle, ieri mattina in una rapidissima conferenza, è stato il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, nella bufera insieme alla giunta per la gestione fino a oggi decisamente macchinosa della campagna di somministrazione dell’antidoto. E proprio dalle realtà caotiche di Como e della provincia di Cremona è partito il governatore.

«Dopo quanto accaduto in questi territori ho chiesto ai membri del consiglio di amministrazione di Aria (la società regionale che gestisce il sistema di prenotazione dei vaccini, ndr) di fare un passo indietro». Una esplicita richiesta di mettersi da parte altrimenti in caso contrario «interverrò per azzerare i vertici affidando al direttore generale Lorenzo Gubian, di recente nomina, la guida della società. Si tratta di un passaggio dovuto e necessario perché non possiamo permetterci ritardi o simili passaggi a vuoto», dice Fontana. Una scelta drastica, anche se invocata da più parti già da alcuni giorni.

«Si sono verificati episodi che offrono un’immagine distorta dei risultati già raggiunti: il totale delle vaccinazioni in Lombardia è di 1.231.413; quelle somministrate agli over 80 sono 322.568, più 60mila nelle Rsa – spiega il governatore – Quindi, la percentuale di chi ha ricevuto una dose degli over 80 che hanno aderito (circa 600mila), supera di gran lunga il 50%, in linea con ciò che accade nel resto del Paese. Più in generale, a titolo di esempio, in tutta Italia sabato sono state inoculate 120mila dosi. Di queste, in Lombardia ne sono state fatte 30mila che, in percentuale, corrisponde a un quarto di tutte le vaccinazioni nel Paese».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.