Campionato di basket verso lo stop. Asta benefica di Cantù, ultime ore

Jason Burnell e Cameron Young durante la partita del Campionato Legabasket Serie A 2019/20 fra S.Bernardo-Cinelandia Cant e DeÕLonghi Treviso. Basket - Desio 15/12/2019 - Walter Gorini/PallCantu © All Rights Reserved

Manca solo l’ufficialità, ma la decisione, secondo l’anticipazione della Gazzetta dello Sport, è già stata presa: il campionato di serie A di basket 2019-2020 è da considerare definitivamente concluso. La mancanza di condizioni sanitarie e tecniche, gli stranieri delle squadre che sono tornati nei loro Paesi, l’incertezza legata all’emergenza Coronavirus. Fattori che hanno spinto Federazione e Lega Basket a decidere di fermare tutto.
Lo scudetto 2020 molto probabilmente non sarà assegnato. Ma più che su questo problema, l’attenzione delle istituzioni cestistiche è già concentrata sul prossimo torneo e sull’impatto economico generato da questa situazione che sta mettendo in seria difficoltà tutti i club.
Il congelamento della classifica vedrebbe chiudere la Pallacanestro Cantù con un onorevole decimo posto alla pari con Varese e Reggio Emilia. Un risultato comunque onorevole per una formazione che alla vigilia del campionato in molto davano come destinata alla retrocessione.
In attesa che questa determinazione venga confermata, nel club brianzolo l’attenzione è concentrata soprattutto sull’asta benefica delle maglie che i giocatori hanno indossato in occasione della partita dello scorso 5 gennaio al Forum di Assago. Una vittoria storica per la S.Bernardo-Cinelandia, il momento che praticamente all’unanimità viene giudicato come il più bello della stagione.
Le divise all’incanto si possono trovare sulla piattaforma Triboom nella pagine della Pallacanestro Cantù. In abbinamento anche una serie di gadget della linea “1936”.
Le donazioni raccolte attraverso questa iniziativa saranno destinate alla Croce Rossa di Cantù per l’acquisto di un importante strumento di sanificazione per ambulanze e mezzi, oltre che di dispositivi di protezione per gli operatori. Le offerte più alte rimangono quelle per le casacche indossate da Joe Ragland, Jason Burnell e Wes Clark, che sono finora state quotate 350 euro. Quella di Kevarrius Hayes insegue a ruota (330 euro).
Chi volesse partecipare ha tempo fino a domani, lunedì 30 marzo, alle ore 20.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.