Campione d’Italia e la crisi infinita. Currò (M5S) in visita nell’enclave
Cronaca

Campione d’Italia e la crisi infinita. Currò (M5S) in visita nell’enclave

«Ho trovato una situazione più grave di quella che mi era stata descritta». Così Giovanni Currò parlamentare lariano del Movimento 5 Stelle parla di Campione d’Italia dove si è recato nelle ultime ore.
Una visita fortemente voluta per portare solidarietà e cercare di capire come tappare il buco nero che ha inghiottito, in una crisi economica all’apparenza inarrestabile, il Comune, i dipendenti, il Casinò e quanti vivono nell’enclave italiana in terra elvetica. «Ho avuto modo di parlare con i lavoratori comunali senza stipendio da febbraio, con i commercianti al collasso e con i pensionati che a stento riescono a sostenere il costo della vita in Svizzera», spiega Currò. «Ho poi ascoltato l’attuale sindaco, il vicesindaco, un assessore e 2 consiglieri comunali e a loro non ho lesinato commenti anche molto critici sulla situazione attuale, sia come politico che come professionista». La realtà che si sta vivendo negli ultimi mesi è presto sintetizzata. Il territorio che ruota attorno a Campione d’Italia è da anni nella morsa della crisi economica. Il Casino di Campione, in crisi profonda, subisce da tempo la concorrenza da un lato dei rivali sorti a Lugano e Mendrisio e dall’altro del concorrente più insidioso, il gioco online. E così la casa da gioco si è trovata a fare i conti con un dissesto economico ingestibile che ha portato all’estenuante trattativa degli ultimi mesi per cercare di salvare o limitare gli esuberi previsti in origine.
Di pari passo con la crisi del Casinò procede quella del Comune di Campione d’Italia, socio unico del casinò e ormai con i conti in rosso e in aperto dissesto finanziario. «Ho avuto modo di parlare veramente con tante persone e ne ho apprezzato il contegno e la disponibilità a darsi da fare nei limiti del possibile per riuscire a venire fuori da questo stato di cose», aggiunge Currò che guarda anche al futuro. «In attesa di capire cosa accadrà in Tribunale a Como (dove un’istanza di fallimento ancora pende sul capo del Casinò di Campione), il mio impegno è chiaro. Ed è quello di spiegare a Roma, nel dettaglio, cosa sta accadendo qui. Per non far prevalere una visione sbagliata che molto spesso passa su Campione d’Italia, ovvero quella di un comune ricco, con dei dipendenti che percepiscono stipendi da favola. Senza conoscere la crisi attuale e senza rendersi conto, ad esempio, che la vita in Svizzera ha dei costi molto più elevati che in Italia», chiude il parlamentare del Movimeto 5 Stelle.

10 Lug 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto