Campo profughi in via Regina, almeno un mese prima della chiusura definitiva
Cronaca

Campo profughi in via Regina, almeno un mese prima della chiusura definitiva

Le operazioni per smantellare il campo profughi di via Regina sono cominciate ormai già da alcuni giorni. «E proseguiranno ancora per parecchio. In base a una prima stima si può parlare ancora di circa un mese di tempo per arrivare alla chiusura definitiva del centro», spiega il vicesindaco di Como, Alessandra Locatelli. Nel frattempo da quando i migranti non possono più accedere alla struttura sembra essersi aggrava l’emergenza. Proprio lunedì il presidente dell’Osservatorio giuridico dei migranti aveva sottolineato come fossero ormai più di 200 gli stranieri senza più un luogo dove ripararsi di notte ma ormai in giro per Como. «Bisogna sgomberare l’area da oltre 80 container e relativi materiali. Si tratta dunque di un’operazione lunga e complessa», spiega la Locatelli. E dopo? «Per quanto riguarda la destinazione di quell’area, ricordo che esiste il vincolo cimiteriale che impone che non possano essere adibite ad abitazioni le aree contigue a un cimitero. Il Comune, rientrando in possesso di quell’area, provvederà semplicemente al rispetto di quanto disposto dalla normativa».

6 novembre 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto