Canottaggio, Alessandro Donegana dirigente dell’anno

Filippo Mondelli Alessandro Donegana

Grande soddisfazione per lo sport lariano, ed in particolare nel canottaggio. L’ultimo consiglio federale, condotto dal presidente Giuseppe Abbagnale, ha scelto i nomi dei suoi premiati per la stagione 2020 e come dirigente dell’anno è stato scelto Alessandro Donegana, patron della Canottieri Moltrasio.
Un doveroso riconoscimento per il massimo esponente di una società che sta vedendo premiato il suo progetto proposto da anni, ossia quello di valorizzare i giovani del territorio per lanciarli ad alti livelli. I risultati sono arrivati con una serie di atleti cresciuti agonisticamente con la società bianconera e che ora fanno parte delle varie Nazionali, assoluta e giovanili.
Alessandro Donegana, dunque, è dirigente dell’anno. Nell’elenco, assieme a lui vi sono gli atleti Lorenzo Bernard (Armida), Alessandro Brancato (Savoia), Lorena Fuina (Rumon), Greta Elizabeth Muti (Olona 1894), Cristina Scazzosi (Lago d’Orta), l’allenatore Giovanni Calabrese (Gavirate), il giudice arbitro Maura Rosalba Siletto e il giornalista Enzo Cerrone.
Ma non è tutto per il remo comasco. Tra i destinatari delle targhe d’onore figurano gli atleti Filippo Mondelli (Fiamme Gialle-Moltrasio) e Pietro Ruta (Fiamme Oro). Un incoraggiamento per Mondelli, costretto allo stop all’inizio dell’anno per una grave patologia ad una gamba. Pietro Ruta è da anni un punto di forza della nazionale e nel 2020 si è laureato campione europeo con il compagno Stefano Oppo.
C’è poi, a livello di società, una targa d’onore anche per il Centro Remiero Lago di Pusiano, che suggella lo sviluppo costante della struttura che ha la sua base ed Eupilio, sempre più un riferimento per il mondo del remo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.