Canottaggio: due lariani di nuovo sul podio iridato. Argento a Ruta e bronzo a Mondelli

Podio Pietro Ruta Mondiali 2019

Nuove medaglie comasche ai campionati del mondo di canottaggio di Linz, in Austria. Non sono arrivate quelle più importanti, d’oro, ma i risultati ottenuti nelle finali delle specialità olimpiche dagli atleti di casa nostra rimangono di assoluto livello.
Il bilancio di ieri è di un argento (Pietro Ruta) e di un bronzo (Filippo Mondelli). Sesto posto, invece, per Aisha Rocek che torna a casa con la soddisfazione di aver ottenuto il pass per le Olimpiadi di Tokio 2020 e con la consapevolezza di avere ancora ulteriori margini di miglioramento.
Risultati che si aggiungono a quelli di venerdì, quando si sono sfidati gli atleti su barche di specialità non olimpiche: su tutte spicca l’oro del “Quattro di coppia Pesi leggeri” femminile, di Giulia Mignemi, Greta Martinelli (Tremezzina), Silvia Crosio e Arianna Noseda (Canottieri Lario), che ha dominato la sua gara.
Argento, invece, dal “Quattro di coppia Pesi leggeri” maschile, di Lorenzo Fontana (Canottieri Menaggio), Alfonso Scalzone, Catello Amarante e del bellagino Gabriel Soares (Marina Militare) che ha chiuso alle spalle della barca cinese.
Ieri, come detto, l’exploit più importante è stato di Pietro Ruta (Fiamme Oro), in coppia con Stefano Oppo nel “Doppio Pesi leggeri” (nella foto Mimmo Perna-canottaggio.org). Una prova combattutissima con gli azzurri che prima hanno lottato con la Germania; poi in questo duello si è inserita l’Irlanda che ha allungato e ha conquistato una meritata vittoria. In un finale emozionante la barca azzurra, dopo un breve punta a punta con la Germania, è riuscita ad allungare e ha provato vanamente a riagganciare i primi che però, a quel punto, avevano troppo vantaggio.
«Sappiamo di aver dato tutto e che l’Irlanda è stata più forte – ha detto Pietro Ruta – Va bene lo stesso, sono contentissimo per questo risultato».
Al “Quattro di coppia” maschile, campione del mondo 2018 con il cernobbiese Filippo Mondelli non è riuscito il bis. Per gli azzurri un bel duello con Olanda e Polonia, con i primi che hanno poi preso il vantaggio che li ha portati al successo. Nella volata per l’argento hanno avuto la meglio i polacchi con 52 centesimi sugli italiani Filippo Mondelli (Fiamme Gialle-Moltrasio), Andrea Panizza, Luca Rambaldi e Giacomo Gentili.
«Un terzo posto che brucia un po’, ma siamo contenti comunque di questo Mondiale, che reputo soddisfacente – ha commentato Mondelli – Ringrazio i miei quattro compagni per la stagione: ora inizia il lavoro per il prossimo anno, che sarà molto duro».
Nel “due senza Senior” femminile sesto posto per Aisha Rocek (Carabinieri-Canottieri Lario) e Kiri Tontodonati. Le due azzurre nella prima parte sono state a contatto con le prime, poi hanno progressivamente ceduto nella prova che ha visto l’affermazione dell’Australia davanti alla Nuova Zelanda e al Canada.
Non è andata bene, invece, la finale B del “Quattro senza” Senior. L’equipaggio con Sara Bertolasi, consigliere della Canottieri Lario, doveva conquistate il primo o il secondo posto per avere il pass per le Olimpiadi di Tokio. Ma la barca azzurra è giunta soltanto in sesta posizione. In Giappone vanno a Gran Bretagna e Canada.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.