Canottaggio, Mondiali Under 23 oggi al via

altSedile fisso e solidarietà

(p.an.) Luglio e agosto sono come di consueto i mesi clou per il mondo del remo nazionale e internazionale. Grande attesa per la “squadra” del Lago di Como ai Mondiali Under 23. La prima a scendere in acqua a Linz-Ottensheim in Austria è Gaia Marzari della Lario sul due senza con la fiorentina Beatrice Arcangiolini. Due le batterie con undici concorrenti. Punta deciso a una medaglia il quattro di coppia con Sara Magnaghi della Moltrasio, forte di un elemento come Giada Colombo (Tritium). La società

del presidente Sandro Donegana può però contare anche su Filippo Mondelli che corre sul doppio e Davide Tabacco sull’otto. Nello stesso equipaggio è imbarcato pure Fabio Vigliarolo della Lario, che completa la spedizione con Aurelia Wurzel in singolo. Il direttore tecnico della Lario, Stefano Fraquelli, è infine in Austria come collaboratore della nazionale azzurra.
Tanto Lago di Como pure alla Coupe de la Jeunesse 2013 in programma dal 2 al 4 agosto a Lucerna (Svizzera) sul Rotsee. Le belle sorprese arrivano dal settore femminile con quattro giovanissime (categoria Ragazzi) selezionate in azzurro. Si tratta di Giada Bettio sul quattro senza e sull’otto e di Arianna Noseda sul quattro di coppia entrambe della Canottieri Lario. La Noseda sarà in barca insieme con Ludovica Braglia e Elisa Mondelli della Moltrasio. Equipaggio tutto del lago completato dalla Junior della Cernobbio, Federica Bianchi. A Lucerna anche un esponente del sesso forte, Andrea Merzario della Tremezzina.
Dal canottaggio olimpico al sedile fisso, specialità ancora fiorente sul Lago di Como. La regata interregionale di Osteno ha visto la Canottieri Germignaga vincere il Trofeo Jole e la Canottieri Tremezzina il Trofeo Elba.
La regata è stata l’occasione per raccogliere fondi a favore del comitato “Maria Letizia Verga Onlus” di Monza. I canottieri della società di Osteno, in particolare, hanno corso per un piccolo comasco di 9 anni, malato di linfoma, in cura al day hospital dell’Ospedale San Gerardo di Monza, che già ha ricevuto la solidarietà di tanti personaggi sportivi e di società del territorio, che lo hanno incoraggiato nella sua battaglia. Il progetto sostenuto è “Dai costruiamolo insieme” e prevede, al San Gerardo, la creazione di una struttura dedicata ai bambini ammalati e alle loro famiglie. Informazioni: www.comitatomarialetiziaverga.it.

Nella foto:
Da sinistra, Aurelia Wurzel e Gaia Marzari

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.