Cantù-Brienza: disaccordo su tutto, divorzio in vista

Basket, Nicola Brienza

C’eravamo tanto amati… ma ora non più. Le strade di coach Nicola Brienza e della Pallacanestro Cantù sono destinate a dividersi. Manca praticamente l’ufficializzazione ma il divorzio è certo, a meno di clamorosi ribaltoni.
L’offerta di un contratto di un solo anno per la prossima stagione più una opzione per quella successiva non è stata apprezzata dal tecnico, che, dopo i buoni risultati ottenuti subentrando ad Evgeny Pashutin si sarebbe aspettato un segno di fiducia più importante.
Dal canto suo il club ha comunque ritenuto buona l’offerta fatta, ritenendola adeguata ad un allenatore che ha sì lavorato bene, ma nel breve termine. I dirigenti non hanno gradito quelle che sono state le rimostranze di Brienza.
L’allenatore non l’ha presa bene, la società pure. Il risultato? Le strade si separeranno con il tecnico 39enne che molto probabilmente andrà sulla panchina di Trento.
Il nuovo tecnico sarà comunque scelto con il parere determinante del nuovo direttore sportivo, che sarà nominato a breve. Uno tra i nomi emersi nelle ultime ore è quello di Daniele Della Fiori, anche se in Brianza non ci sarebbe l’unanimità su questo ritorno.
Per quanto riguarda i giocatori, la rosa per la nuova stagione sarà tutta da ricostruire. Le uniche certezze sono le conferme degli italiani Salvatore Parrillo e Andrea La Torre, sotto contratto anche per il prossimo anno. Shaheed Davis e Gerry Blakes hanno in teoria una opzione, ma poi la valutazione toccherà al diesse, all’allenatore e agli stessi giocatori, che, dopo le buone prove nell’ultimo campionato, stanno valutando offerte da altre realtà.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.