Cantù cade a Bologna: secondo stop consecutivo dei brianzoli

Cantù Bologna Davon Jefferson

Due trasferte consecutive e altrettante sconfitte per la Pallacanestro Cantù. Dopo quello di Brindisi, per i brianzoli è arrivato lo stop di Bologna. In terra emiliana la gara è finita  90-81 per la Virtus dell’ex Sacripanti, trascinata dai 52 punti della coppia Aradori-Kravic (26  a testa). Ai brianzoli, invece, non sono bastati i 23 punti e 5 assist di Mitchell e le due doppie doppie di capitan Udanoh (16 punti, 13 rimbalzi e 5 assist) e di Jefferson (22 punti e 11 rimbalzi).

«È stata una serata molto dura per noi – ha detto alla fine Evgeny Pashutin, tecnico di Cantù  – Non siamo stati in grado di seguire il piano partita che avevamo preparato. Non siamo riusciti a controllare il ritmo, soffrendo tanto a rimbalzo. Nel primo quarto siamo partiti forte, poi però, complici anche le rotazioni, abbiamo incominciato a giocare meno bene. Siamo stati altalenanti per tutto il resto della partita, non riuscendo più a riprendere il controllo. E senza il pieno controllo sul match, a cambiare, è stata anche la nostra mentalità. Nel secondo tempo abbiamo provato a stoppare Aradori e Kravic che stavano segnando con continuità ma non ne siamo stati capaci».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.