Cantù, inizio d’anno amaro: a Desio vince la Fortitudo

Cantù Fortitudo Bologna 2021

Un parziale di 10-24 nella terza frazione che alla fine si è rivelato pesantissimo e decisivo per risolvere la sfida a favore della Fortitudo Bologna: stop casalingo per la Pallacanestro Cantù, superata per 67-80 dalla compagine emiliana, allenata dall’ex Luca Dalmonte.
Un match che nella prima parte è stato equilibrato, come testimonia il punteggio dopo 20’, con gli ospiti avanti soltanto di una lunghezza (41-42). Poi nel terzo tempo, come detto, la Fortitudo ha preso il largo, con le realizzazioni decisive del trio composto da Mattia Palumbo, Dario Hunt e Todd Withers, mentre i brianzoli si rendevano protagonisti di una lunga serie di errori, soprattutto in conclusioni da tre forzate.
Precisione da una parte, troppi sbagli per l’Acqua S.Bernardo: di fatto la svolta dell’incontro con i bolognesi che, forti della loro esperienza, e con la tranquillità data dal consistente vantaggio, nell’ultima frazione si sono limitati a controllare, senza fare troppe concessioni.
Cantù inizia male il suo 2021, rimane ferma a 8 punti in classifica al penultimo posto davanti a Varese; la Fortitudo conferma la sua crescita – dopo l’esonero di Romeo Sacchetti e l’arrivo di Luca Dalmonte – e sale a quota 10.
La gara di questa sera inaugurava la quattordicesima giornata del campionato di serie A di basket. L’incontro di domani che in ottica salvezza più avrebbe interessato Cantù, la sfida fra Trieste (penultima) e Varese (ultima), salterà per un focolaio Covid in casa della formazione lombarda. Nel pomeriggio di oggi la Lega ha ufficialmente stabilito il rinvio. Tra i confronti rilevanti che riguardano la seconda parte della graduatoria, anche il derby lombardo tra Vanoli Cremona e Germani Brescia, entrambe a quota 10.
Questo turno verrà ricordato anche per la gara numero 500 in A di Ettore Messina, tecnico dell’Olimpia Milano, attesa dall’impegno interno con Pesaro. Il suo esordio da capo allenatore nella massima serie con la Virtus Bologna nella stagione 1989-1990, in cui guidò le “V nere” alla conquista della Coppa Italia. Nel suo palmares tricolore quattro scudetti (tre con gli emiliani, uno con Treviso), sette Coppa Italia e due Supercoppa.
Guardando avanti, alle sfide delle prossime giornate, dopo quella di ieri sera persa con la Fortitudo, Cantù è attesa, domenica 10 gennaio, dalla trasferta di Sassari, che chiuderà il girone d’andata.
Il ritorno scatterà il 17 gennaio con una “classica” della pallacanestro italiana: a Desio l’Acqua S.Bernardo riceverà infatti la Virtus Bologna.
Massimo Moscardi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.