Cantù, l’imperativo dopo lo stop con Avellino:  «Dobbiamo cambiare»
Sport

Cantù, l’imperativo dopo lo stop con Avellino: «Dobbiamo cambiare»

«Con Trento voglio vedere un’altra Cantù: dobbiamo correggere la fase difensiva, migliorare ai rimbalzi, regalare meno possessi e azioni in campo aperto». Evgeny Pashutin, coach di Cantù, guarda avanti.
Dopo la sconfitta con Avellino all’esordio in campionato, il tecnico dei brianzoli è già proiettato sul secondo match. Domenica a Desio (ore 20.45) i brianzoli ricevono Trento, squadra sconfitta a sorpresa in casa nel primo turno da Cremona.
Il coach ha parlato ieri in occasione del media-day della società brianzola. «Con Avellino c’è stato un approccio soft della mia squadra. Logico che serva un cambiamento» ha aggiunto.
Un’occasione, ieri, per fare il punto con i giocatori, a partire dal nuovo capitano Ike Udanoh. «Il nostro obiettivo? I playoff, e per raggiungerlo dobbiamo lavorare di giorno in giorno per migliorare perché questo è un campionato molto competitivo».
Sul ruolo di capitano, Udanoh, 29 anni, americano di Detroit, dice: «Per me è un grande onore e sono sincero: mi sento un leader, lo sono stato fin dal College e spero di essere un riferimento in campo e, soprattutto, nella vita di tutti i giorni».
Rispetto agli obiettivi di questa squadra è più cauto Tony Mitchell, una delle star della Pallacanestro Cantù 2018-2019. «Non voglio guardare alla fine del campionato, ma all’immediato – spiega lo statunitense, 29 anni, di Swainsboro – Ogni sfida sarà dura ed equilibrata; è necessario pensare a vincere qualunque match, senza pensare al piazzamento in classifica, regalando spettacolo e divertimento e tutti i nostri appassionati tifosi».
Decisamente brillante l’italobrasiliano Jonathan Tavernari, che si è inventato una serie di gag tra una intervista e un set fotografico, per ravvivare un po’ l’ambiente. «L’esordio con Avellino ci ha indicato la strada su cui lavorare per cercare di migliorare fin dalla prossima partita in casa con Trento – spiega il 31enne di San Paolo, tifoso, a livello calcistico, di Milan e Corinthians – Da parte nostra è mancata soprattutto la tensione difensiva e lo abbiamo pagato».
«Su questo dobbiamo lavorare, per essere sempre sul pezzo – aggiunge – e farci trovare pronti quando veniamo chiamati in causa. Sicuramente questa è una squadra ancora in costruzione e il nostro compito, di partita in partita, è di fare sempre un passo in avanti».
Il 26enne Salvatore Parrillo, giocatore molto stimato dai tifosi, è uno dei pochi rimasti dallo scorso anno. «Non dimentichiamo che Avellino è una delle squadre più accreditate delle nuova serie A – spiega – Detto questo, è logico che non si devono cercare pretesti ed è giusto pensare a noi stessi e a far bene fin dalla prossima partita, domenica con Trento. Saremo in casa, con il nostro pubblico, contro una formazione che all’esordio è stata sconfitta a sorpresa; ma è logico che da parte nostra ci sia una gran voglia di riscatto immediato».
«Dove possiamo arrivare? L’auspicio è fra le prime otto, quindi ai playoff – conclude Gerry Blakes, 25 anni, californiano – Dobbiamo giocare e lottare in ogni match e sistemare al più presto la fase difensiva, che con Avellino non ha funzionato. Abbiamo commesso sempre gli stessi errori e ciò non va bene».

9 Ott 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto