Cantù-no limits. Cournooh: «A Brescia per puntare al successo»
Sport

Cantù-no limits. Cournooh: «A Brescia per puntare al successo»

© Cantù-Torino © Cantù-Torino

«Ora possiamo parlare tranquillamente di play-off». Una volta vinta la gara con Torino, e raggiunta quota 24 punti nella classifica di serie A, coach Marco Sodini, allenatore di Cantù, non ha più problemi a parlare di quello che ora è diventato l’obiettivo della sua squadra, gli spareggi per lo scudetto appunto.
Lo snodo fondamentale era la partita con i piemontesi, e alla fine domenica è arrivata la tanto attesa vittoria (93-90), nel tripudio di un PalaDesio che mai come in questa occasione è stato un fattore decisivo, come lo era fino a qualche anno fa il Pianella.
Una Cantù ora sesta in classifica, che dunque non vuole più accontentarsi e che parte per la prossima trasferta (a Brescia, sabato alle 18), con l’obiettivo di provare a superare una delle squadre più forti del campionato.

© Cantù-Torino © Cantù-Torino

Per questa settimana coach Sodini ha deciso di derogare all’imposizione degli allenamenti a porte chiuse. Questo pomeriggio, dunque, tifosi ammessi alla seduta che inizia alle 17.
Cantù è lanciata, come sottolinea il play David Reginald Cournooh.
«Quella di domenica contro Torino è stata una vittoria fondamentale per noi – spiega il giocatore – Andare sul due a zero contro di loro vuol dire tanto, soprattutto in ottica futura. La classifica è davvero corta, una giornata sei undicesimo, quella dopo sei al sesto posto. Può succedere di tutto».
«Adesso ci aspettano due trasferte abbastanza difficili sui campi di Brescia e Virtus Bologna, se vogliamo alzare l’asticella dobbiamo andare al PalaGeorge pensando di vincere – aggiunge Cournooh – Con la Fiat non abbiamo giocato bene nei primi due quarti ma poi siamo tornati per il secondo tempo con tutto un altro piglio, trascinati dall’energia di Chappell, il capitano».

© Cantù-Torino © Cantù-Torino

Un tema sottolineato anche dall’allenatore nella conferenza stampa di fine gara: «Anche coach Sodini negli spogliatoi ha cercato di spronarci, chiedendoci maggiore energia in difesa – conclude David – Volevamo riscattare la pesante sconfitta di Venezia, ci siamo riusciti. Non possiamo permetterci “up and down”, l’approccio alla partita deve essere sempre lo stesso: grintosi e concentrati fin da subito».
Massimo Moscardi

28 marzo 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto