Cantù non si accontenta: nel mirino il primo posto in Eurocup

alt

Dopo la vittoria a Varese, ora c’è nel mirino il primo posto nel girone di Eurocup. Esauriti i biglietti della gara con Milano

«Per noi è stata una vittoria preziosa e come avevo detto alla vigilia può darci una grande spallata verso le zone alte del campionato». Di ritorno da Roma, dove ha chiuso la tre giorni di raduno con la nazionale italiana Under 20 di cui è capoallenatore, Stefano Sacripanti torna con soddisfazione a parlare del colpo corsaro messo a segno dalla sua Cantù.
Domenica i brianzoli si sono imposti a Varese per 77-82. «Un successo costruito in rimonta e importante anche perchè arrivavamo

da un periodo molto duro in cui abbiamo speso non poche energie perdendo le ultime due trasferte in Eurocup» spiega Sacripanti.
La Vitasnella ha sofferto, ma nel finale è riuscita a trovare lo spunto vincente, optando per la difesa a zona. «Questo ha fatto la differenza nel finale – conferma il coach – visti i soli 11 punti subiti nell’ultimo quarto, rispetto a quelli subiti nei precedenti tre periodi. La zona è riuscita a togliere fluidità e ritmo alla Cimberio. Questo ci ha permesso di prendere fiducia, di segnare qualche canestro in contropiede e quindi di rientrare in partita e poi vincere».
Un successo reso più bella perché arrivato in rimonta sul campo di un’avversaria storica e perché, mai come in questa occasione, ha avuto come grandi trascinatori gli italiani del team canturino.
Oltre al top scorer Pietro Aradori (decisivo con 19 punti) che ha suonato la carica con i suoi canestri pesanti, sugli scudi il centro azzurro Marco Cusin che si sta confermando in grande forma e una colonna del quintetto biancoblù, così come Alessandro Gentile, autore di alcune triple mortifere.
Sacripanti, però, vuole sottolineare anche la prestazione di una di quelle “scommesse” da lui lanciate a inizio stagione, Roberto Rullo. «Non sono solito parlare dei singoli – spiega – ma voglio sottolineare la crescita di Roberto. Un giocatore che si era un po’ perso, ma che a Varese, come nell’ultima partita di coppa ha dimostrato che a questi livelli può ben figurare. Questo deve stimolarlo a mettere ancora più tenacia per il futuro».
Un’Acqua Vitasnella che si lancia a quota 14 all’inseguimento del terzetto di testa – Sassari, Siena, Brindisi – ma la cosa che esalta maggiormente il presidente Anna Cremascoli è che lo fa trascinata dai suoi giocatori italiani: «Vincere il derby è stato bellissimo perché era importante per noi – afferma il massimo dirigente – ma mi inorgoglisce ancora di più averlo vinto con i nostri italiani grandi protagonisti. E ora sulle ali di questo successo nel derby ci concentriamo sulla sfida decisiva di domani al Pianella che vale il primato del girone di Eurocup, un obiettivo a cui teniamo tantissimo».
Un obiettivo per il quale Cantù deve vincere e per il quale coach Sacripanti lancia un appello ai tifosi biancoblù: «So che questa settimana è particolare per le festività ormai prossime, ma mi piacerebbe che il palazzetto domani contro il Cibona Zagabria fosse pieno. Perchè in questo momento duro, abbiamo bisogno di tutti per conquistare la vittoria e quel primo posto che concretizzerebbe tutta la fatica fatta nel girone eliminatorio e per avere una seconda fase più morbida».
Arrivare primi nel girone, infatti, permetterebbe a Cantù di evitare nella seconda fase quell’Unics Kazan, unica squadra ancora imbattuta dell’Eurocup e allenata dall’ex Andrea Trinchieri che invece incrocerebbe la strada dei brianzoli in caso di arrivo al secondo posto.
Intanto l’invito del coach è già stato recepito visto che le prevendite alla vigilia dell’ultimo match di Eurocup vanno a gonfie vele, tanto che ieri ancora prima dell’apertura dei botteghini si sono registrate lunghe code fuori dal Pianella anche per la contemporanea vendita dei biglietti per il derby con Milano in programma lunedì 23 dicembre a Cucciago: per questo match i biglietti sono esauriti.

Andrea Piccinelli

Nella foto:
Sopra, Stefano Sacripanti, allenatore della formazione brianzola. Il coach chiama a raccolta tutti i tifosi in vista della gara di Eurocup che domani sera, alle 20.30, si gioca al palasport Pianella. A lato, sulla destra, Marco Cusin e Pietro Aradori, protagonisti nella vittoria di domenica a Varese

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.