Cantù, stasera il derby. Tradizione sfavorevole con Varese. Brienza: «È il momento di invertire la rotta»

Coach Nicola Brienza ai microfoni della Rai

Derby numero 143, una “classica” per il campionato italiano. La sfida tra Cantù e Varese conserva intatta il suo fascino. E in questo campionato, a quattro turni dalla fine, assume valore fondamentale, visto che entrambe le contendenti sono in lotta per un posto nei playoff. L’appuntamento è fissato per oggi alle 19.05 al palazzetto di Desio.
«La partita con Varese ha un doppio risvolto – spiega coach Nicola Brienza – Emotivo perché è il derby e tra i tifosi c’è grande attesa per questa partita. Da un punto di vista strettamente agonistico, si tratta di un match che ha grande importanza anche in ottica post season; di fatto è una sfida decisiva per le nostre ambizioni di proseguire e di lottare fino all’ultimo per entrare nei playoff».
Ma l’avversario è tutt’altro che malleabile. Nei precedenti è avanti Varese con 87 vittorie, contro le 55 di Cantù.
Nella gara di andata, giocata il giorno di Natale, Varese si impose in casa con un convincente 89 a 71 finale. «Giochiamo contro una formazione che è molto ben allenata, che ha principi offensivi e difensivi abbastanza chiari; Varese cerca di sfruttare al massimo il loro sistema per ottenere risultati. Nell’ultimo periodo ha avuto qualche sconfitta di troppo a causa degli acciacchi di giocatori importanti, ma rimane in ogni caso eccellente il lavoro svolto da coach Attilio Caja e da tutta la società».
Cantù è nona, a due punti dalla zona playoff e dall’ottava posizione, dove si trova proprio il Varese, alla pari con Avellino e Sassari. Nell’ultimo turno l’Acqua S.Bernardo ha perso a Venezia dopo un tempo supplementare in un match in cui è stata davvero ad un passo dal successo. «Ci siamo scrollati di dosso la scoppola rimediata domenica scorsa nella trasferta di Venezia – spiega ancora il tecnico di Cantù – Una batosta per come è andata a finire la partita. Ma rianalizzandola abbiamo visto che c’è tanto di positivo ed è da questo che dobbiamo partire. Adesso l’obiettivo è di andare a togliere o limare errori stupidi per poi finalmente gioire e non solo pensare che abbiamo fatto qualcosa di buono, ma senza conquistare la vittoria».
«È arrivato il momento di invertire la rotta, vista la serie di sconfitte rimediata nelle ultime uscite con Varese; c’è anche questa tradizione da sfatare – spiega ancora Nicola Brienza – Siamo carichi e pronti, vogliamo regalare a noi stessi una grande partita, che ci meritiamo, e allo stesso tempo la vogliamo regalate ai nostri tifosi. Siamo pronti a dare il massimo per raggiungere l’obiettivo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.