Cantù, violenza sessuale in casa: 18 mesi “alla prova” per il minorenne

Cantù cartello generico

Solo pochi giorni fa avevano chiuso la loro vicenda con la giustizia i tre ragazzi maggiorenni, accusati di aver costretto una ragazza 16enne a subire atti sessuali. Ora è toccato all’ultimo minorenne la cui situazione era ancora pendente: il giovane, assistito dall’avvocato Ivana Anomali di fronte al tribunale competente di Milano, ha ottenuto la messa alla prova per 1 anno e 6 mesi, dopo una richiesta del pm che era stata di ben 4 anni e 6 mesi di carcere. La giovane vittima, all’interno di una casa di Cantù in compagnia di altre amiche, era stata molestata da più giovani, tre maggiorenni, chiusa dentro a una doccia, palpeggiata, poi buttata sul letto e di nuovo toccata nelle parti intime. Per quella brutta vicenda che risale a un anno e mezzo fa (era il 14 luglio del 2018) il fascicolo era stato diviso in due parti, a seconda della maggiore età o meno dei protagonisti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.