«Pignorate Villa Vigoni». I legali di Roccaraso vogliono il risarcimento

Villa Vigoni, centro culturale italo-tedesco a Menaggio

«Dopo aver ipotecato i terreni di Villa Vigoni, il prossimo passo sarà chiederne il pignoramento per poi poter procedere alla vendita all’asta». L’avvocato Monica Oddis è una dei quattro legali che sta curando l’azione giudiziaria contro la Germania per l’eccidio nazista di Pietransieri, che nel novembre del 1943 costò la vita a 128 civili di cui 60 donne, 34 bambini e 34 anziani. Sulla base della sentenza pronunciata due anni fa dal Tribunale di Sulmona che obbliga la Repubblica federale tedesca a risarcire il Comune di Roccaraso per 1,6 milioni di euro, l’avvocato Oddis – con i suoi colleghi – ha deciso di «agire in Italia perché in Germania sarebbe stato tutto più complicato».
Il giudice Giovanna Bilò ha disposto nel 2017 l’esecutività della sentenza e la rivalsa su un bene posseduto dalla Germania in Italia, appunto i terreni di Villa Vigoni, a Menaggio.
«Con la sentenza della Corte di Giustizia del 2014 si è superato il difetto di giurisdizione e i Tribunali italiani possono decidere sulle stragi e gli eccidi commessi dagli Stati stranieri in Italia – dice ancora Monica Oddis – Dopo esserci assicurati l’ipoteca sui terreni comaschi stiamo valutando anche altre strade e fatte le opportune valutazioni procederemo». Villa Vigoni fu donata alla Germania nel 1983 dall’ultimo proprietario, Ignazio Vigoni, ed è sede di un centro studi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.