Caos club: Rivetti a confronto con squadra e tifosi

Calcio Como
Un doppio faccia a faccia nel giro di poche ore. Il presidente del Como, Amilcare Rivetti, ieri ha incontrato prima una delegazione dei tifosi, poi la squadra al termine dell’allenamento del pomeriggio a Orsenigo. Il primo dirigente azzurro ha fatto il punto sulla situazione societaria (quanto mai ingarbugliata tra continui nomi di cordate prima interessate poi destinate a sparire nel nulla) e sugli stipendi attesi prima di Natale. Soldi che sarebbero sfumati per problemi tecnici e che comunque Rivetti ha garantito che arriveranno per tempo (entro febbraio), nei limiti imposti dalla Lega Pro per evitare i punti di penalizzazione. Rivetti avrebbe parlato anche delle presunte cordate interessate all’acquisto del club, rassicurando i giocatori – e i tifosi – sulle intenzioni di cedere il club eventualmente a persone che forniscano precise garanzie di affidabilità. E proprio su tal fronte sembra già essersi raffreddata la pista che portava in Campania, dall’imprenditore Giovanni Lombardi, la cui offerta non convincerebbe l’attuale presidente azzurro. Ancora in stand-by invece la questione che porta alla cordata romano-campano-toscana rappresentata dal procuratore Antonio Stinà. La questione ruoterebbe intorno al corrispettivo da girare a Rivetti per le sue quote, ma anche a una fideiussione chiesta a garanzia di futuri nuovi debiti che dovessero maturare in una situazione già complicata. Difficile tuttavia che qualcosa possa muoversi in questa settimana.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.