Capodanno, c’è una Como che festeggia in anticipo

Fusi orari. Sono dodici le località di tutto il mondo che si chiamano come la nostra città
È in Australia, dove l’1 gennaio arriva dieci ore prima rispetto al Lario
A che ora si festeggerà il capodanno a Como? Mezzanotte, ovvio. Facile a dirsi. La domanda è un’altra: a quale delle dodici Como sparse per il mondo ci si riferisce? Già, perché se parliamo della “nostra” Como, tranquilla e benestante cittadina del Nord Italia, adagiata sulle rive del lago, non ci sono problemi. Basta però allargare l’orizzonte dalle Americhe all’Australia per scoprire che, quando noi stapperemo in piazza, altri comaschi dall’altra parte del mondo staranno facendo colazione:
a Como, sobborgo di 3.600 anime a 27 chilometri a sud di Sidney, il capodanno sarà passato da dieci ore. Nello stesso istante, mentre noi festeggiamo e gli australiani preparano il caffè, un terzo gruppo di comaschi – comaschi d’America, nella cittadina di Como, in Colorado – starà preparando per il cenone: da loro saranno le cinque di pomeriggio.
I primi “comaschi” a stappare saranno quindi gli australiani del sobborgo di Sidney, dove si festeggerà quando da noi saranno le due di pomeriggio (Sidney è avanti di dieci ore).
Gli ultimi saranno invece gli abitanti di Como, in Colorado, dove il fuso orario è indietro di sette ore: quando loro brinderanno, da noi saranno le sette di mattina. Basta una rapida ricerca in Rete per scoprire che Como sarà pure unica, ma non è certo l’unica. Esistono dodici paesi, sobborghi o località con lo stesso nome, disseminati in diciassette ore di fuso orario. Tre si trovano in Australia.
La prima è, come detto, un sobborgo di Sidney. La seconda è nella parte opposta del continente, ed è un sobborgo di Perth (capitale dell’Australia occidentale, fuso orario con differenza di 8 ore) con 12mila abitanti. Entrambe le periferie prendono il nome dalla nostra città. Como, sempre in Australia, è anche una piccola località (50 abitanti) della Sunshine Coast, nello stato del Queensland. Gli altri 9 nostri omonimi sono dall’altra parte del mondo, dove l’orologio va spostato indietro. In ordine di fuso orario, s’inizia dal New Jersey: Lake Como (5 ore indietro) è un borgo di 1.800 abitanti sull’Oceano Atlantico, che fino al 2004 si chiamava South Belmar. Sei anni fa i cittadini, con un referendum, decisero di cambiare il nome del paese in Lake Como, che divenne ufficiale dal 5 gennaio 2005.
Non si conosce invece l’origine di un’altra Como, un minuscolo paesino nella Carolina del Nord (contea di Hertford), dove i 78 abitanti saluteranno il nuovo anno cinque ore dopo di noi. Sono sei le ore di ritardo della terza Como americana, nel Mississippi: 1.300 abitanti, situata sul delta dell’omonimo fiume, la cittadina di Como è famosa per aver dato i natali o aver ospitato diversi milionari, al punto da essere considerata (ironicamente?) la località col più alto numero di ricconi pro capite. Allo stesso livello di fuso orario c’è la quarta Como statunitense, un quartiere di Minneapolis, e la quinta, un quartiere di Fort Worth, in Texas. Esistono poi altre due Como, rispettivamente in Wisconsin e Texas. Il Lario, infine, non è l’unico Lago di Como: ne esiste un altro – Lake Como – in Minnesota, che si estende per 280mila metri quadrati.

Andrea Bambace

Nella foto:
Domani sera il tradizionale spettacolo pirotecnico organizzato dalla Città dei Balocchi saluterà l’arrivo del nuovo anno sul Lario

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.