Capolavori degli Uffizi nella Pinacoteca di Como

Particolare del ritratto di Leonardo da Vinci esposto in Pinacoteca a Como prestato dalla Galleria degli Uffizi di Firenze

Apre oggi la mostra dedicata ai ritratti di Paolo Giovio

Ritratti definiti nei minimi dettagli per rivelare virtù e qualità morali del personaggio raffigurato. Collezionismo non per il puro gusto di possedere e accumulare, ma per riunire uomini e donne quali tasselli esemplari della storia dell’arte, della scienza e della letteratura, italiana e non solo. Questa la filosofia della straordinaria collezione di ritratti di Paolo Giovio che viene celebrata nella mostra “Capolavori a confronto. Uomini illustri in un viaggio immersivo tra Como e gli Uffizi” presentata ieri alla Pinacoteca civica.

Per la prima volta a Como saranno visibili due ritratti della “Collezione Gioviana” degli Uffizi esposti accanto a due ritratti originali del Museum di Paolo Giovio conservati nella Pinacoteca cittadina. Nello spazio Campo quadro al piano nobile della Pinacoteca, i ritratti cinquecenteschi di Paolo Giovio e di Leonardo da Vinci, opere di Cristofano dell’Altissimo prestati dagli Uffizi, saranno accanto ai ritratti di Baldassarre Castiglione dipinto da Bernardino Campi e di Niccolò Leoniceno di Dosso Dossi dalla collezione comasca.

La mostra – organizzata dal Comune di Como in collaborazione con Fondazione Alessandro Volta – giunge a cinquecento anni esatti dalla nascita della straordinaria collezione di ritratti di “Uomini illustri” dello storico comasco Paolo Giovio che contava circa 400 personaggi illustri del passato e del presente.

«Tutto è nato a Como – ha detto il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt nel presentare ieri l’evento – mettere a confronto i ritratti è ricordare al mondo come la visione umanistica letteraria e artistica fosse policentrica, non contavano solo Roma, Firenze e Napoli ma tanti luoghi sparsi in tutta la penisola».
Il direttore degli Uffizi, che ha promesso una visita a Como nelle prossime settimane, ha parlato della mostra come di «un’occasione eccelsa e unica per celebrare il cinquecentenario della collezione Gioviana insieme alla Galleria degli Uffizi di Firenze perché è da Como che nasce il progetto, così significativo per il Rinascimento, di conservare le effigi delle persone più famose di tutto il mondo in un approccio universalista». I personaggi raffigurati non sono solo imperatori, papi, duchi, arcivescovi ma anche personaggi il cui merito è basato sulla virtus quindi anche scienziati, artisti, letterati.
«Non a caso è stato scelto il ritratto di Leonardo da Vinci – ha rimarcato Schmidt – per sottolineare questa vastità della cultura e una concezione dell’essere umano basata sulla forza della mente».

«Questo evento ha un significato particolare di risveglio di questi luoghi in questo periodo così drammatico» ha detto il sindaco di Como Mario Landriscina.
«La mostra rappresenta un passaggio importante nel percorso di valorizzazione anche digitale che abbiamo intrapreso per la collezione gioviana – ha aggiunto l’assessore alla Cultura di Como Livia Cioffi – abbiamo perciò lanciato l’iniziativa “Art Bonus” per il restauro di due ritratti gioviani, così che tutta la città possa diventare mecenate».
Per il presidente di Fondazione Volta Luca Levrini, la mostra è l’occasione per «Riaffermare il valore di Como, la collaborazione con gli Uffizi non è improvvisata ma è basata sulla storia e ha un valore simbolico altissimo».
L’esperto della collezione gioviana Bruno Fasola guarda al futuro: «Abbiamo un patrimonio disperso per l’Italia che cercheremo di mettere insieme, questa mostra ci dà l’idea di cosa era questa collezione e della sua valenza formidabile, originale e nuova».

Informazioni utili

La mostra “Capolavori a confronto. Uomini illustri in un viaggio immersivo tra Como e gli Uffizi” è allestita alla Pinacoteca Civica di Como, Campo quadro, via Diaz 84.
È visitabile da oggi al 19 settembre 2021. Orari: martedì-domenica 10-18 (ultimo ingresso ore 17.30). L’ingresso alla mostra è gratuito con obbligo di prenotazione al link https://reservo.me/fondazionealessandrovolta/
Info: e-mail pinacoteca@comune.como.it; www.visitcomo.eu; pagine Facebook e Instagram @museicivicicomo. La visione dei ritratti sarà accompagnata da una installazione multimediale e immersiva realizzata da Olo Creative Farm che racconterà la storia delle due collezioni di Como e Firenze e quella dei personaggi raffigurati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.