Caravaggio rivisitato a due passi dal confine

Il logo su Facebook dello Studio Tablinum

Un luogo simbolico, l’edificio dalla facciata ricurva a due passi dalla dogana di Ponte Chiasso, tra la zona pedonale di Chiasso e la vicina stazione ferroviaria, un luogo che incarna tanti racconti di cui è crocevia e testimone. Un luogo ideale a sua volta per ospitare un evento che lega capolavori del passato e sensibilità contemporanea.
L’agenzia di Bellagio Tablinum Cultural Management cura una nuova mostra personale dell’artista-fotografo Paolo Angelillo (il suo sito è paoloangelillo.it) dal titolo “Caravaggio Reloaded” presso lo spazio espositivo “Galleria ArtFolder” in piazza Elvezia-corso San Gottardo 3 a Chiasso, gestito dall’artista di fama internazionale Lydia Stadler Centonze, con cui proprio Tablinum ha appena stretto un patto di collaborazione transfrontaliera.
La mostra chiuderà domenica 26 settembre alle ore 18 ed è già candidata ad ulteriori tappe a Dubai e a New York.
“Caravaggio Reloaded” nasce dalla volontà e dalla necessità di affrontare un progetto fortemente personale, nel quale ricercare la somma di molte esperienze artistiche e coniugarle in una ampia e variegata ricerca legata alla commistione tra il classico e il moderno. Durante gli anni Paolo Angelillo si è avvicinato alla pittura, alla musica e alla fotografia sempre come interprete, senza mai cercare di creare qualcosa di nuovo, o di fortemente personale, poiché si è sempre dedicato allo studio dell’arte affrontandolo attraverso un processo di riproduzione. Ora, per esplorare l’aspetto creativo, ha deciso di dare vita al progetto “Caravaggio Reloaded”, in cui si sceglie di affrontare i quadri di Caravaggio in una commistione di fotografia e pittura, scegliendo uno dei più grandi pittori “fotografici” della nostra storia per ricrearne le atmosfere calandole nei grandi temi della nostra epoca, con un senso della teatralità davvero coinvolgente.
Le poesie scritte da Innocente Foglio che accompagnano ogni opera, infine, creano un dialogo tra mondi apparentemente diversi, aprendo nuovi scenari di riflessione.
La mostra si iscrive nell’ambito della rassegna annuale “NewArtOrder 2021” ideata da Elisa Larese e Alessandro Cerioli, che guidano Tablinum. Il visitatore potrà usufruire di contenuti digitali speciali accessibili dal proprio smartphone grazie alla presenza di QR Code lungo il percorso di visita.
Nei giorni scorsi la mostra è stata raccontata dagli organizzatori all’interno della trasmissione Angoli su Espansione Tv e il video è tuttora visibile sul canale YouTube dell’emittente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.