Carlo Ancelotti con la Fondazione Stefano Borgonovo

altCalcio

Chantal Borgonovo ha incontrato a Madrid Carlo Ancelotti. E’ stata un’occasione per parlare dei progetti della Fondazione e per ricordare Stefano Borgonovo: “Stefano è stato un mio grande amico. È stato un personaggio eccezionale. Mi faceva ridere. Amava il calcio quanto amava la vita… mi manca molto” ha specificato l’allenatore del Real Madrid. “Adesso vorrei sostenere la sua Fondazione per assicurare che il suo messaggio, un messaggio che ritengo veramente forte, venga ascoltato non solo in Italia ma in tutto il mondo” ha aggiunto.

Del resto, l’allenatore del Real Madrid già nel 2009 aveva deciso di destinare alla Fondazione i proventi della sua autobiografia (“Preferisco la Coppa”) per aiutare la ricerca. “Perché io voglio conoscere tutto di questa malattia, ma una cosa in particolare: il modo di sconfiggere la Sla”.
“Stefano aveva stima di Carlo, lo considerava un formidabile allenatore, oltre che una persona di grande valore. Gli voleva bene – ha detto dal canto suo Chantal Borgonovo –  Nel 2010 aveva voluto andare a trovarlo in ritiro a Milano prima della partita di Coppa dei Campioni Inter-Chelsea, nonostante per Stefano fosse molto faticoso spostarsi”. Chantal aggiunge “sono sicura che Carlo ci darà una mano, come ha sempre fatto, per aiutarci nella nostra attività di sensibilizzazione e sostegno alla ricerca sulla Sla”. Lo stesso Ancelotti sarà presente al sesto Torneo Fondazione Stefano Borgonovo che si terrà a Giussano il 31 maggio e 1° giugno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.