Casate: dopo la rabbia, la sorpresa. Si può pattinare
Cronaca, Sport

Casate: dopo la rabbia, la sorpresa. Si può pattinare

Colpo di scena. I rappezzi alla copertura consentono l’utilizzo provvisorio dell’impianto. Poi sarà programmato l’intervento definitivo. Le società sportive avevano temuto di dover annullare tutta la stagione agonistica

Dopo la rabbia dei rappresentanti delle società sportive per l’incertezza sui tempi di riapertura del palaghiaccio di Casate, il Comune di Como si è mosso.
La struttura ha riaperto, anche con una certa sorpresa da parte degli sportivi, dopo che vento e pioggia hanno causato problemi al tetto.
«Effettuato un primo intervento alla copertura del palazzetto del ghiaccio di Casate che temporaneamente consentirà alle associazioni di allenarsi, in attesa di completare le riparazioni», si legge in una nota inviata ieri pomeriggio dall’ufficio stampa di Palazzo Cernezzi alle redazioni.
Si tratta però soltanto di una soluzione tampone, perché per arrivare a quella definitiva «occorrerà intervenire nuovamente quando le superfici saranno asciutte», fa sapere sempre il Comune.
La chiusura improvvisa, arrivata peraltro dopo una partenza della stagione incerta, per via del lungo cantiere estivo che sembrava non chiudersi nei tempi, ha creato non pochi disagi alle società sportive, costrette a trasferte talvolta anche dispendiose.
«Gli atleti dell’agonismo possono tornare finalmente ad allenarsi a Casate», dice Ivan Lodi, presidente dell’Asga (Associazione sportivi ghiaccio ambrosiana), che era stato tra i primi a lanciare l’allarme e a criticare pesantemente l’ente pubblico. «Purtroppo però abbiamo dovuto annullare i corsi settimanali e rimandarli alla prossima settimana», spiega. Lodi ringrazia il Comune per aver riaperto la struttura e conclude: «Spero che quello che è successo faccia capire che è arrivato il momento di intervenire in maniera decisa sulla struttura».

3 novembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto