Caso Diciotti, sentito anche il prefetto Bruno Corda
Cronaca

Caso Diciotti, sentito anche il prefetto Bruno Corda

È partito da Como solo da un mese per un nuovo incarico a Roma e già l’ex prefetto Bruno Corda si trova a gestire una situazione che definire delicata e ad alta tensione è comunque limitativo.

Stiamo parlando della vicenda della nave militare italiana Diciotti, il pattugliatore della guardia di finanza fermo nel porto di Catania da lunedì scorso con 150 profughi a bordo. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, supportato dal vicepremier Luigi Di Maio, non vuole far sbarcare in Italia i profughi, spingendo altri Stati europei a farsi carico di una parte delle richieste di protezione internazionale avanzate.

Un braccio di ferro non nuovo – da quando c’è stato il cambio di governo – e che come già nei mesi scorsi sta creando tensioni anche con l’Europa. Ma il caso sarebbe diventato anche giudiziario. Il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, avrebbe infatti aperto un fascicolo contro ignoti con l’ipotesi di reato di sequestro di persona e arresto illegale, oltre a valutare altri possibili capi di imputazione. Della vicenda al momento si conosce molto poco.

In queste ore, nell’ambito dell’inchiesta, il procuratore sarebbe però volato a Roma per incontrare i funzionari del Viminale che si sono occupati della vicenda. Il capo della Procura siciliana ha deciso di sentire come persone informate sui fatti il prefetto Gerarda Pantalone, capo dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione, e il suo vice Bruno Corda, che dalla prefettura di via Volta, a Como, è partito il 23 luglio scorso proprio per andare a rivestire il nuovo incarico.

Un ruolo delicato, per il quale è stato scelto anche in virtù del lavoro fatto a Como in tema di immigrazione. Proprio Bruno Corda infatti aveva gestito l’emergenza dei migranti accampati a decine nel prato davanti alla stazione San Giovanni, nell’estate di due anni fa, caso sfociato poi nell’apertura del centro migranti di via Regina Teodolinda.

25 agosto 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto