Caso San Francesco, i Verdi a sorpresa difendono Angela Corengia

Accampamento migranti e senzatetto sotto il portico della ex chiesa di San Francesco (tribunale di Como)

I Verdi «non si uniscono al coro» del centrosinistra e alla richiesta di dimissioni dell’assessore ai Servizi sociali di Como, Angela Corengia.
Elisabetta Patelli, storica dirigente regionale degli ambientalisti e, in passato, consigliere comunale a Palazzo Cernezzi, ha scritto oggi poche righe – per qualcuno fortemente spiazzanti – dalle quali emerge una visione molto diversa rispetto a quella di partiti e movimenti di opposizione.

«Premesso in modo molto chiaro che noi non condividiamo nulla della politica di questa amministrazione, e in particolare non condividiamo  le politiche sociali – dice Patelli – per quel che riguarda la vicenda Corengia non intravediamo nel video della famigerata coperta alcuna volontà di aggressione né razzismo».

L’esponente dei Verdi spiega di «conoscere l’assessore come persona perbene» e ribadisce di non aver intravisto, nelle immagini che hanno fatto il giro d’Italia, nulla di particolarmente grave.
«Quello che vediamo, riguardando il video più volte, è piuttosto un’interpretazione della realtà tirata per i capelli, assai più della coperta, da parte di chi vuol far passare l’assistenza dell’assessore a una sanificazione necessaria ai tempi del Covid come atto di violenza o sopraffazione».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.