Castagnata nei boschi di Caglio
Enogastronomia

Castagnata nei boschi di Caglio

Caldarroste, grigliata e piatti tipici a partire da mezzogiorno in Arena. Nel pomeriggio musica, giochi per bambini e animazione per tutti. Sarà una grande castagnata autunnale quella del 7 ottobre a Caglio in  Vallassina: l’autunno qui è una stagione affascinante per i colori accesi dei boschi, il clima ancora mite e soprattutto… le castagne, che maturano nei boschi appena fuori dal paese, lungo sentieri accessibili a tutti. La raccolta è libera, e i primi frutti maturano già a fine settembre, soprattutto se il clima è favorevole – ovvero se piove a sufficienza. La Castagnata, organizzata da Pro Caglio, parte dalle 12 nell’Arena dove ci saranno le castagne arrostite su un grande falò, ma anche ristorazione con grigliata e piatti tipici, musica, giochi per bambini e animazione per tutti. Dalle 16 si potrà gustare il paradell, dolce della tradizione locale.

Il castagneto di Caglio conta oggi alcune migliaia di piante, ma era molto più esteso fino a un passato ancora recente, quando la castagna rappresentava una fonte di sostentamento per molte famiglie. Nel bosco si notano ogni tanto alberi contrassegnati da un numero, che indicava la famiglia alla quale era stato dato in uso gratuito dal Comune. Gli affidatari avevano l’esclusiva del raccolto e in cambio si impegnavano ad avere cura degli alberi e a ripiantare quelli eventualmente tagliati. Nulla andava sprecato: persino le foglie venivano date agli animali come cibo.
Dagli anni ’70 queste attività si sono gradualmente perse e così molti castagni, non più curati, sono morti perché inglobati da altre piante o attaccati da malattie. La più recente è stata causata dal cinipide, un insetto asiatico che aveva fatto scendere la produzione di frutti a livelli minimi, non solo in Lombardia ma anche in altre regioni. Dopo quattro anni di lotte il cinipide è stato debellato con l’aiuto di un insetto antagonista, il torymus, e oggi la produzione è ritornata abbondante.

Il bosco si raggiunge dal paese con una camminata di circa 15 minuti, prendendo la via Ai Monti e percorrendo la salita fino al termine, quando la strada diventa lastricata in pietra: qui siamo già nel castagneto, percorso da un comodo sentiero che in un’ora porta fino alla Colma di Caglio.

29 settembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto