Cazzaniga, i writer non rovinano la festa

alt Performance ieri in città
Successo in centro per l’evento d’arte nell’ambito di “Boston-Como”
(l.m.) Sollecitata dall’arte, Como risponde. Il pittore e performer Enrico Cazzaniga ieri nel tardo pomeriggio ha animato via Diaz a Como con una performance nell’ambito della mostra in più sedi “Boston-Como” dal titolo “Take a-way”. Per sancire il gemellaggio tra Stati Uniti e Lario, ha incastonato un pezzo di asfalto di Boston in un pezzo di selciato di Como. Non sono mancati a dare il sapore dell’autentico happening un battibecco con un commerciante della via sull’opportunità

di certi interventi artistici e, prima ancora, l’intervento di un graffitaro anonimo che ha voluto protestare contro «Como morta» proprio sul luogo dell’imminente evento. Cazzaniga intendeva attirare l’attenzione sul tessuto urbano e sulla tutela della memoria, non certo catalizzare i vandali. Ma la festa non è stata rovinata: merito anche dei tanti bambini che, in mattinata, hanno animato con l’artista marianese e alcune educatrici piazza Cavour e il centro, colorando coi gessetti pezzi di selciato particolarmente “vissuti”. Compreso il tratto di via Diaz imbrattato dal writer, risarcito con la scritta «Como viva».

Nella foto:
A sinistra, la scritta comparsa ieri mattina in via Diaz. A destra, Cazzaniga al lavoro con l’asfalto di Boston “incastonato” in quello di Como. Sotto, uno degli interventi dei bambini con i gessetti colorati in piazza Cavour

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.