Centomiglia del Lario e Pavia-Venezia, siglata la collaborazione

Centomiglia del Lario

Le due gare storiche della motonautica nazionale e internazionale si sono strette la mano e hanno deciso di collaborare. Il progetto tecnico deve ancora essere definito, in attesa dei regolamenti della Federazione, ma c’è già la certezza della cooperazione tra organizzatori. Le corse sono la Centomiglia del Lario, curata dallo Yacht Club Como e il Raid Pavia-Venezia, promosso dalle Associazione motonautica delle due città.
Due “classiche” per questo sport, come possono essere il Giro di Lombardia e la Milano-Sanremo nel ciclismo. Le Centomiglia fu disputata per la prima volta il 4 settembre 1949 sul percorso Como-Lecco-Colico-Isola Comacina-Como, toccando i punti più affascinanti del lago. Nel 2020 ha celebrato la sua edizione numero 71.
Il Raid Pavia-Venezia è nato prima (nel 1929) e nel 2021 sarà disputato per la 69ª volta. L’appuntamento è per il 6 giugno, con partenza da Pavia e arrivo a Brondolo, nella città metropolitana di Venezia.
In questo percorso di 413 chilometri sono previsti tre tratti cronometrati: Pavia-Isola Serafini (Piacenza), Isola Serafini-Boretto Po (Reggio Emilia) e Boretto Po-Voltagrimana (Rovigo) con il trasferimento conclusivo verso Venezia.
I promoter delle due corse, oltre a collaborare nell’organizzazione, proporranno una classifica a punti che andrà ad unire le graduatorie degli eventi. Una mossa che dovrebbe spingere i piloti ad iscriversi ad entrambe le gare, per portare a casa un trofeo di grande prestigio. Il regolamento è da definire, in attesa che la Federazione stabilisca le caratteristiche tecniche delle barche che potranno partecipare alle competizioni.
«L’unione fa la forza – dice Giancarlo Ge, presidente dello Yacht Club Como – Con gli amici di Pavia e di Venezia c’è stata subito identità di vedute ed assieme abbiamo portato avanti l’idea di istituire un premio speciale che comprendesse i risultati di entrambe le competizioni».
«Si parla, oltretutto, di due gare-simbolo della motonautica mondiale, conosciute ovunque – conclude Ge – che hanno nei rispettivi albi d’oro i nomi più importanti della motonautica. Creare questa collaborazione era doveroso; siamo felici per aver raggiunto l’obiettivo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.