Centro storico a tutto jazz

altTra le esperienze musicali più interessanti dell’estate non si può fare a meno di sottolineare il programma di piazza Martinelli. Grazie alla “Casa della Musica”, associazione nata dalla volontà del maestro Bruno Dal Bon, jazz e opera hanno trovato una dimensione nuova in cui esprimersi nell’ambito delle attività di ComoLive, la kermesse promossa dall’assessorato alla Cultura di Palazzo Cernezzi.
Francesco Mantero, braccio destro di Dal Bon, è molto soddisfatto di questa stagione concertistica: «Le intenzioni iniziali erano quelle di creare in questo luogo una sorta di fabbrica creativa che mettesse al centro dei suoi obiettivi le esigenze della musica. Quindi ci siamo messi intorno a un tavolo con i musicisti per capire come si poteva organizzare un serio progetto legato al jazz. Sono nate buone idee e i risultati dei concerti ci hanno premiato. Grazie agli sforzi di molti tutto ha funzionato e subito si è creata in piazza Martinelli una bella atmosfera».

«Abbiamo dimostrato – prosegue Mantero – che questo luogo ha grandi potenzialità, non solo per la sua ottima acustica».

Non meno importanti le considerazioni sulle serate dedicate all’opera: «In questo caso, prove, regia, costumi, hanno messo tutti a dura prova. In tanti hanno lavorato con assoluto spirito volontaristico per condividere un’esperienza culturale che, pur con tutte le incertezze dell’esordio, potrà solo crescere».
Poi alcune riflessioni generali sul cartellone di ComoLive: «Certo – afferma Mantero – c’è ancora molto da lavorare. Soprattutto per restituire alla musica tutto il rispetto che merita, anche rinunciando a luoghi che, per ragioni diverse, non offrono garanzie sufficienti all’attenzione di chi suona. Poi è del tutto evidente che occorrono maggiori risorse anche per garantire una comunicazione adeguata degli eventi».
Intanto, mentre domani sera, alle 21, in piazza Martinelli, sarà il turno del trio Minardo (chitarra), Succi (clarinetto e flauto giapponese) e Faraò (batteria), si sta preparando per il prossimo 12 settembre una serata conclusiva di festa: «Sì – conclude Mantero – dopo l’ultimo concerto in cartellone previsto il 6 settembre, che vedrà protagonisti l’Happy Tree Quartet, stiamo pensando a un evento un po’ più “leggero” con la vocalist Sabrina Olivieri per suggellare la stagione dedicata al jazz e lasciare il palco a tutti coloro che hanno condiviso nell’ombra questo percorso che ha visto la Casa della Musica indicare una strada nuova».

Nella foto:
Uno dei concerti jazz che hanno animato quest’estate il programma di piazza Martinelli a Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.