Aggredisce la figlia intervenuta per difendere la madre: 43enne arrestato nel Canturino

caserma Carabinieri di Cantù

L’hanno arrestato in flagranza di reato, mentre se la prendeva con la figlia che era intervenuta in difesa della madre. I carabinieri della compagnia di Cantù hanno portato al Bassone un padre di 43 anni residente nel Canturino. Le accuse nei suoi confronti parlano di lesioni, ma anche di maltrattamento in famiglia nei confronti della moglie e della figlia stessa, fatti che sarebbero andati in scena davanti al figlio piccolo della coppia di appena 4 anni.

L’epilogo di una presunta storia di violenza – che stando al racconto della famiglia proseguiva già dal 2019 con «una frequenza quotidiana» – è avvenuto il 20 marzo: l’uomo avrebbe iniziato a rompere piatti e bicchieri a casa, spintonando la moglie e facendola cadere a terra. Mentre il marito continuava a colpire la consorte e a insultarla, la figlia più grande sarebbe intervenuta per difendere la madre, venendo a sua volta colpita con una ginocchiata al costato. La ragazza, medicata al pronto soccorso, avrebbe riportato lesioni giudicate guaribili in 5 giorni.


All’arrivo sul posto dei carabinieri della compagnia di Cantù, l’uomo sarebbe stato ammanettato e condotto nel carcere del Bassone in attesa dell’interrogatorio di fronte al giudice delle indagini preliminari di Como che avverrà nelle prossime ore.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.