Cernobbio rende omaggio al pittore Vercellini

Villa Bernasconi

Dalla scoperta di un maestro sconosciuto, a un libro di testimonianze che lo ricorda sotto l’egida di un sodalizio nato per perpetuarne la memoria.
Fa parlare e non poco il mondo culturale sul Lario il caso dell’artista Giulio Vercellini, al quale è stato dedicato il saggio “Io scelgo la tela” (pp. 128, 13 euro) di Laura D’Incalci, giornalista, e Luigi Cavadini, critico d’arte. Il libro rivela la vicenda umana e artistica del pittore olgiatese totalmente sconosciuto e scoperto solo dopo la sua morte nel 2015, grazie alle opere ritrovate in una cantina.
Nato e vissuto a Olgiate, Vercellini (1952-2015) viveva tra pittura, il lavoro in fabbrica, la passeggiata mattutina e le partite del Calcio Como. Allievo della scuola Castellini, appassionato di Van Gogh e Ligabue, ha lasciato circa 1.400 opere, realizzate a partire dal 1968 procedendo dalla figurazione all’astrazione. I familiari hanno voluto la costituzione di un’associazione culturale senza fini di lucro allo scopo di farne conoscere l’opera.
L’occasione per ammirare i suoi lavori e il suo strenuo esercizio di pittura che passa dalla figurazione all’astrazione, dopo una recente mostra a Olgiate Comasco, presso il Centro Congressi Medioevo in autunno, è a Como, sarà a Cernobbio, a Villa Bernasconi in Largo Campanini 2, il 15 maggio, quando alle 18.30 gli autori presenteranno il libro con la curatrice dello stesso. Sara Fontana.
Una vita che si legge come un romanzo, quella di Vercellini (in arte «Giulio Ver») nel libro di D’Incalci e Cavadini, che illustrano con più contributi (compreso quello di Roberto Bernasconi, direttore della Caritas di Como e suo amico e compagno di lavoro) il ritratto di un uomo mite e inafferrabile, che visse «all’ombra di una solitudine forse ricercata, o forse subita» e trovò pace solo nella creazione artistica. Ma non volle mai esporre i propri lavori. Ora il libro e il lavoro di amici e intellettuali che ne apprezzano la poetica alimentano la sua memoria.
L’ingresso all’incontro cernobbiese sarà libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.