Chiara Braga (Pd) contro la Lega dei Ticinesi: «Sul “Mattino” dichiarazioni piene di odio»

Chiara Braga, deputata del Partito Democratico

Un post sulla pagina Facebook del Pd nazionale riapre la questione Mattino, il domenicale gratuito della Lega dei Ticinesi che ogni settimana, con un linguaggio pittoresco e toni quasi sempre fuori misura, attacca sistematicamente l’Italia e i frontalieri.

Domenica scorsa la prima e la terza pagina del giornale erano dedicate a «Giuseppi», ovvero il presidente del consiglio Giuseppe Conte reo – a parere del direttore del Mattino, il deputato federale Lorenzo Quadri – di voler impedire ai turisti italiani di andare a sciare in Svizzera.

La sintesi del ragionamento (se così si può definire) di Quadri è stata: «Dateci gli sciatori, ma tenevi i frontalieri».

E da qui è partita la dura replica del Pd affidata alla deputata comasca Chiara Braga, componente della segreteria nazionale Dem, la quale ha definito «odiose» le «dichiarazioni di Lorenzo Quadri, consigliere nazionale della Lega dei Ticinesi. In pratica: gli omologhi svizzeri della Lega. Dichiarazioni – ha scritto Braga – con cui, tra l’altro, invita testualmente il governo italiano a “tenere a casa i suoi concittadini”. A non farli andare a lavorare in Svizzera, insomma. Perché gli svizzeri vengono prima. Prima degli italiani. Parole odiose, offensive e discriminatorie. Contro l’Italia ma, soprattutto, contro decine di migliaia di lavoratori e lavoratrici che meritano rispetto. Allo stesso tempo, però, sono parole che ci insegnano una cosa: ci sarà sempre qualcuno “più leghista” di te, destinato a venire “prima”. Anche se sei italiano e del Nord. E alla fine, a perderci sono tutti. Tutti i cittadini. Tutti tranne quelli che sull’odio, sulla discriminazione e sul “prima gli” fondano la loro carriera politica».

Sotto il post sono arrivati quasi 500 commenti, molti dei quali davvero poco gentili nei riguardi di Quadri. Come si suol dire: chi la fa, l’aspetti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.