Chiedono di indossare la mascherina: picchiati. Episodio violento all’Alpe di Colonno

Alpe Colonno

Hanno chiesto ai due escursionisti, un uomo e una donna che avevano appena raggiunto il Rifugio Alpe di Colonno, di indossare la mascherina per sostare negli spazi dell’attività commerciale. Non solo uno scrupolo, ma anche una esplicita richiesta delle normative per limitare la diffusione del Covid-19.
La risposta di uno dei due escursionisti – l’uomo, intorno ai 40 anni – è stata quella di impugnare le bacchette da trekking e di colpire le due donne che avevano fatto la richiesta (madre e figlia), causando loro delle lesioni, per poi allontanarsi lungo i sentieri prima dell’arrivo dei carabinieri che nel frattempo erano stati avvisati.
Una scena che tuttavia è stata ripresa dalle telecamere del rifugio, immagini consegnate nelle mani dei carabinieri della compagnia di Menaggio che ora sono al lavoro per risalire all’identità della coppia. Fotogrammi che sono stati diffusi anche sui social, con la pagina Facebook del Rifugio Alpe di Colonno che ha riportato il fermo immagine e anche il racconto di quanto era successo. Madre e figlia hanno già sporto denuncia contro ignoti con l’ipotesi di reato di lesioni.
L’episodio risale a domenica mattina. Al rifugio Alpe di Colonno, in Valle Intelvi, sopra Pigra, sono entrati due escursionisti, un uomo e una donna. I gestori della baita avrebbero chiesto ai due avventori di indossare la mascherina nell’area del locale, anche all’esterno, ma l’uomo avrebbe reagito brandendo il bastone da trekking e iniziando a colpire i presenti.
I gestori hanno informato le forze dell’ordine ma, come detto, hanno anche postato una immagine delle telecamere di sorveglianza che riprende i due escursionisti: «Gentilmente, chiunque veda o riconosca queste due persone contatti i carabinieri di Castiglione – hanno scritto – Siamo stati picchiati da queste due persone per aver detto loro gentilmente di mettere la mascherina».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.