Ciclismo, un nuovo team lariano: partenza tra gli Under 23

Lario Cycling Team

Una squadra Under 23 di ciclismo, che possa valorizzare i promettenti corridori comaschi e lecchesi e che allo stesso tempo possa essere un fattore di promozione per il territorio lariano e per le sue aziende.
Un progetto che, è l’obiettivo dei promotori, dovrebbe scattare nella stagione agonistica 2022, con un piano che prevede poi anche la creazione di un team femminile e il passaggio tra i “Pro”.
Il nome della formazione è già definito Asd Lario Cycling Team. Il Lago di Como è inserito nel logo. Un presenza che andrebbe a compensare l’attuale mancanza di squadre della categoria Under 23.
L’ideatore è Marco Origgi, già procuratore di ciclisti, che da tempo sui social aveva lanciato l’idea, sottolineando questa carenza in un territorio che da sempre è un riferimento per tutto il ciclismo, con i suoi percorsi, base del Giro di Lombardia, luoghi come il Ghisallo e anche per i tanti giovani atleti che praticano questa disciplina.
In questo progetto ha coinvolto Ameth Fall, che gli sportivi conosceranno come calciatore di Como e Lecco, ma che è anche un grande appassionato dello sport delle due ruote. Dal calcio arriva anche Nicola Li Causi, che è procuratore Figc, ma che subito ha sposato la causa. Al loro fianco Arturo Bertuzzi, designato quale presidente operativo del team.
«La nostra idea è di partire con una formazione che inizialmente sia impegnata nella categoria Under 23 – afferma Nicola Li Causi – e che punterà a valorizzare le promesse del territorio, che spesso, dopo aver fatto bene nelle categorie inferiori, non trovano uno sbocco. Per loro vogliamo essere un punto di riferimento. L’auspicio è che anche le aziende della zona credano in noi e in uno sport che in Italia ha grande visibilità e un altissimo numero di appassionati».
Tra i punti previsti nell’organizzazione della squadra anche la creazione di una Academy per i ragazzi Juniores. L’obiettivo finale è decisamente ambizioso: «Prima ci vogliamo consolidare – afferma ancora Li Causi – per poi fare il grande salto, dopo tre anni, ossia il passaggio al professionismo con la categoria Uci Continental».
Ma non soltanto. «Stiamo anche pensando a proporre una nuova gara Under 23 sul Lario e ad un impegno nel ciclismo femminile, che pure nel nostro Paese ha molti margini di crescita».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.