Cicogne multietniche sul Lago di Como

Il piccolo Bozhidar, primo nato del 2019 ospedale S.Anna nato alle ore 03,48 con la mamma, il papà, Paolo Beretta, primario di Ginecologia e il sindaco di San Fermo, Pierluigi Mascetti

Primi nati José Edoardo (Valduce) e Bozhidar Blagovest (Sant’Anna)

Quattro nuovi comaschi sono venuti alla luce, due sul finire dell’anno vecchio e due nei primi attimi del nuovo. Segni di una società multietnica.
Ieri mattina l’assessore alle Pari Opportunità della giunta Landriscina Elena Negretti è stata all’ospedale Valduce per salutare gli ultimi nati a Como nel 2018 e i primi del 2019, con il primario Daniele Merazzi.

Il piccolo José Edoardo nato alle ore 00,57 al Valduce con il papà, la mamma, l’assessore Elena Negretti e il primario di Ostetricia, Daniele Merazzi

Nel nosocomio di via Dante a Como, tenuta in braccio da mamma Aicha El Aissaoui e vegliata da papà Abdenour Lkrimi l’ultima nata è stata Oumniya Lkrimi, di origine marocchina, peso 3600 grammi, venuta alla luce alle ore 15,24 del 31 dicembre.

Sempre al Valduce il primo nato del 2019 è stato Sanchez Molina José Edoardo, nato alle ore 00,57, peso 3 chili e 40 grammi, figlio di una coppia di El Salvador, papà Pedro Aristides Sanchez Gonzales e mamma Deysi Guadalupe Molina Sanchez.

L’ultimo nato dello scorso anno all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia, venuto alla luce alle ore 23,50 è stato Jairo Oteri, 3650 grammi di peso, figlio di madre italiana, Teresa Oteri, e di padre del Venezuela, Jorge Oteri. Il piccolo è stato festeggiato dal sindaco Pierluigi Mascetti accompagnato dal primario di Ginecologia Paolo Beretta.

Il primo nato al Sant’Ana è stato poi Bozhidar Blagovest Filchev, figlio di genitori originari della Bulgaria e residenti a Rocvello Porro, natio alle 3.48 e con un peso di 2886 grammi, da mamma Yanita filcheva e papà Blagovest Filchev.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.