Cinema Gloria, raccolti 40mila euro

cine Gloria via varesina, spazio Gloria

Un rudere che è una ferita aperta, l’ex Politeama di piazza Cacciatori delle Alpi, chiuso dal 2005, sul mercato e comunale per oltre l’80%; un punto di domanda, l’Astra della parrocchia di San Bartolomeo, tuttora chiuso; e una sfida, il Gloria gestito dall’Arci Xanadu.
In questa triade si riassume, senza contare il solo schermo porno ancora in attività nella provincia, a Ponte Chiasso, la situazione delle sale cinematografiche dotate di un solo schermo nel capoluogo.
La voglia di cinema dei comaschi viene soddisfatta dal multisala di Camerlata con nove schermi, e come detto anche dal cinema Gloria che è a due passi, in via Varesina. Una struttura che combatte strenuamente contro la chiusura. E ha attivato una raccolta fondi popolare per acquisire lo stabile, che è in vendita. Finora sono stati raccolti circa 40mila euro dei 700mila necessari, e si sta preparando una grande campagna autunnale per incentivare la scalata alla vetta.
Altra questione è l’Astra di viale Giulio Cesare, l’altra monosala cittadina chiusa da mesi per ristrutturazione (qui il prolungarsi dell’inattività ha tra l’altro impedito il varo dell’edizione 2019 del festival comasco dedicato al cinema italiano. La parrocchia di San Bartolomeo proprietaria dell’immobile e la Diocesi di Como fanno sapere che «ringraziano per la sensibilità e l’attenzione che in tantissimi esprimono per lo storico cinema Astra. Al momento non ci sono aggiornamenti o informazioni da comunicare. Non appena ci saranno novità Parrocchia e Diocesi assicurano che le condivideranno prontamente con tutti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.