Cinghiali, nel 2019 in provincia di Como abbattuti 1503 esemplari

Troppi cinghiali nel Comasco

Nel 2019 in Lombardia sono stati abbattuti 4.252 cinghiali grazie alle azioni programmate dalla Regione. Ben 1503 in provincia di Como che, con tali cifre, è il territorio dove si è intervenuti in maniera più decisa. Si tratta di numeri molto elevati se si pensa che in tutto il 2018 in Lombardia il numero degli abbattimenti complessivo è stato pari a 2mila. Sono dati resi noti dall’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia Fabio Rolfi, intervenuto questa mattina a Roma durante la manifestazione organizzata da Coldiretti in piazza Montecitorio a Roma sul tema della fauna selvatica.  In proci di Como gli abbattimenti sono stai così suddivisi: 140 tramite i piani di controllo, 1355 tramite la caccia di selezione e 8 attraverso la caccia collettiva. Numeri impressionanti che evidenziano un problema molto serio che già da tempo si sta cercando di arginare. In prima linea ovviamente la Coldiretti. Il tema è molto sentito sia per i danni al mondo agricolo che per le conseguenze sui cittadini. Nel 2018 infatti i cinghiali e la fauna selvatica sono stati la causa di ben 67 incidenti stradali nel comasco e 13 nel lecchese. E gli indennizzi concessi d Regione Lombardia per danni causati da questi animali selvatici ammonta, nel comasco, a quasi 74mila euro. <Il proliferare incontrollato di cinghiali, di caprioli, di cervi, di nutrie, di lepri, di daini e di tutta la fauna selvatica è una sciagura per l’agricoltura lombarda e per la sicurezza delle persone. Nel 2018 sono stati 803 gli incidenti stradali causati da questi animali nella nostra regione. Abbiamo dovuto rimborsare gli agricoltori per 1,2 milioni di euro a causa dei danni da fauna selvatica>, dice Fabio Rolfi, che si è detto contrario all’istituzione della figura degli ausiliari per il controllo faunistico.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.