Città creative Unesco, Como passa insieme a Modena

Como candidata alle Città Creative Unesco

Como ha passato la prima selezione per concorrere alla rete delle Città Creative Unesco. Ieri si è riunito il consiglio direttivo della Commissione Nazionale Italiana Unesco, che ha approvato, come candidature italiane 2021, Modena e Como.
I vertici italiani di Unesco hanno sostenuto la candidatura di Como nel settore creativo dell’artigianato e arte popolare in quanto il settore tessile, soprattutto nella produzione e lavorazione della seta, è fortemente radicato nella storia e nell’economia della città e offre molteplici aspetti legati alla creatività e alla promozione della Rete. Particolare rilevanza ha avuto l’attenzione, notata dai consiglieri Unesco nel dossier Como, alla sostenibilità ambientale e all’uguaglianza di genere nel settore tessile. Modena e Como invieranno ora i dossier a Parigi insieme con le lettere di sostegno della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco. Al termine di un processo di valutazione con esperti indipendenti, il direttore generale dell’Unesco designerà le città creative entro il 28 ottobre 2021.
«È un orgoglio e una grande soddisfazione – ha commentato il sindaco di Como Mario Landriscina – a riprova che il dossier che abbiamo preparato, grazie all’operatività di Fondazione Alessandro Volta e del comitato Como & Seta, è di sicuro valore».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.