Città dei Balocchi ai nastri di partenza. La grande kermesse fino al 7 gennaio

altVerso il Natale
Tra le iniziative la pista del ghiaccio, i mercatini e il progetto di illuminazione
«In tutti questi anni abbiamo creato interesse sulla Como natalizia e siamo riusciti a intercettare flussi di turisti grazie alla “Città dei Balocchi”». Non c’è presunzione, bensì vivo orgoglio, nelle parole del patron del Consorzio Como Turistica, Daniele Brunati che ieri mattina, in Comune, ha illustrato le novità della 21ª rassegna sotto l’albero di Natale.
«Lo dico solo per sottolineare il lavoro svolto con passione e determinazione dal 1994 ad oggi. Allora erano poche le persone

a passeggio in città sotto le feste. Oggi invece siamo arrivati a un ricco calendario di eventi e manifestazioni che scatterà domani per concludersi il 7 gennaio», aggiunge Brunati. Ben 40 giorni di festa cittadina.
E tutte le edizioni della manifestazione “Como Città dei Balocchi” hanno rappresentato per Como un grande appuntamento, pensato e dedicato in particolare ai bambini e alle famiglie.
Tante, come da tradizione, le iniziative gratuite, ludiche e educative. Immancabile l’attesissima pista del ghiaccio in piazza Cavour dove si potrà pattinare su una distesa di ben 400 metri quadrati. Ovviamente ci sarà anche il tipico Mercatino della Città dei Balocchi che per la prima volta si espanderà in via Plinio, saldando in un unico percorso le principali location della manifestazione.
«Certo, per chi organizza eventi la zona a traffico limitato ha dato un aiuto come nel caso di via Plinio liberata», precisa Daniele Brunati che ha anche illustrato un’altra novità: l’albero di Natale alto 15 metri in piazza Grimoldi. E, ovviamente, Babbo Natale, come sempre, arriverà in piazza Duomo il 24 dicembre alle 16 con doni per tutti.
«Si tratta di un evento atteso dai comaschi e dai turisti – interviene l’assessore alla Cultura di Palazzo Cernezzi, Luigi Cavadini – Come ogni anno il Comune ha dato un piccolo contributo (12mila euro) ma vanno ringraziati gli organizzatori per la loro voglia di stupire».
E anche quest’anno, da domani a domenica 11 gennaio, le piazze Duomo, Verdi e Grimoldi saranno protagoniste del Como Magic Light Festival, il progetto di illuminazione degli edifici, sostenuto da Amici di Como, che da cinque anni colora il cuore della manifestazione.
Nonostante ieri mattina in Sala Stemma aleggiasse lo spirito natalizio, non è mancata una nota polemica. Tema: il bando comunale per assegnare l’organizzazione dell’evento. Anche quest’anno, infatti, nonostante le rassicurazioni nei mesi passati dell’assessore, che aveva ventilato la possibilità di anticipare il bando stesso, si è arrivati all’ultimo momento.
«La burocrazia impedisce una programmazione pluriennale – dice il presidente degli albergatori lariani e del Consorzio Como Turistica, Roberto Cassani – È fondamentale, per organizzare la stagione turistica, lavorare a simili eventi con largo anticipo: non dimentichiamo che l’anno scorso l’evento ha totalizzato 600mila presenze».

Nella foto:
Una tra le iniziative che sorprendono e sono apprezzate da grandi e piccoli: la particolare illuminazione di palazzi e monumenti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.