Città sporca e biciclette abbandonate. Per Como Pulita ancora al lavoro

Bicicletta abbandonata davanti al Comune

Una città sempre più preda del degrado e della sporcizia. Complice anche l’inciviltà di molte persone, sono ormai sempre di più le zone abbandonate e sporche. E tra rifiuti di ogni tipo non si contano più le decine di biciclette rotte e abbandonate ovunque, anche davanti all’ingresso del Comune di Como. Proprio per cercare di contenere questo deterioramento ancora una volta, si sono messi all’opera nelle ore scorse, gli uomini di “Per Como Pulita”, l’associazione di volontari impegnata per rendere decorosa la città.

E l’ultimo viaggio per le vie del centro, ma non solo, ha portato alla luce delle situazioni indecenti. A partire, come detto, dall’altissimo numero di biciclette rotte e abbandonate. «Ogni volta che andiamo in giro troviamo decine di due ruote. È incredibile come vengano abbandonate in ogni punto della città – dice Gianluca Vicini, portavoce dell’associazione – Mi domando perché non ci sia la volontà di disfarsene seguendo le regole. Spesso sono appoggiate ai cestini dei rifiuti, in mezzo ai sacchi di pattume». E purtroppo «in generale non si salvano molte vie di Como. Dalla città murata alle strade meno battute raccogliamo montagne di rifiuti. Viale Varese ad esempio è una vera discarica», dice Vicini. Dal Comune l’assessore all’Ambiente Marco Galli ribadisce come «Aprica stia lavorando bene. Certo il livello di inciviltà delle persone è senza eguali – spiega l’assessore – La gente butta tutto per terra anche con cestini vuoti a pochi metri».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.