Claudio Borghi (Lega) sotto attacco dal M5S delle regione Toscana

Polemiche nel dopo elezioni per Claudio Borghi (Lega) Polemiche nel dopo elezioni per Claudio Borghi (Lega)

«Si tratta di malapolitica». È questa l’accusa, senza mezzi termini, rivolta al neoparlamentare della Lega Claudio Borghi Aquilini. A scagliarsi contro il politico del Carroccio, consigliere comunale in città e eletto al proporzionale nel collegio di Siena-Arezzo-Grosseto, è il Movimento 5Stelle. La querelle politica è deflagrata proprio in Toscana dove Borghi è stato eletto. «Tre anni fa arrivò in Consiglio regionale della Toscana da candidato governatore della coalizione di centrodestra, il milanese Claudio Borghi Aquilini. Dopo una presenza discutibile in Consiglio regionale, e nel mentre il doppio incarico da consigliere comunale a Como, ora è finito in Parlamento. In sua compagnia anche i colleghi Manuel Vescovi, sempre della Lega, e Giovanni Donzelli, di Fratelli d’Italia. Tutti verso Roma con buona pace dei toscani che li hanno votati tre anni fa, e che ora si troveranno a rappresentarli dei sostituti. Per noi questa è malapolitica da gettarsi alle spalle».

A rispondere alle accuse dei 5Stelle è lo stesso Borghi Aquilini. «Si tratta di un attacco personale. Evidentemente i pentastellati non hanno preso bene il mio lavoro di analisi sui loro conti. Da quando ho avuto la malacreanza di provare che i loro rimborsi spese, a differenza delle loro promesse elettorali, erano decisamente molto più alti rispetto a quanto hanno sempre detto di voler fare con i soldi pubblici, si devono essere risentiti – spiega Borghi Aquilini – Il fatto che abbia indicato, ad esempio, come eccessivi in certi casi 2mila euro di rimborsi chilometrici non deve essere piaciuto. Io ho documentato tutto e questo li ha infastiditi». E in conclusione una rivendicazione. «Io intanto vengo eletto, provino loro ad andare a candidarsi da qualche parte e prendere preferenze. Ripeto si tratta solo di un attacco personale nei miei confronti», chiude sempre Claudio Borghi Aquilini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.