Coach Bucchi: «A Milano con coraggio e pazienza»

Cantù Cremona coach Piero Bucchi

Primo posto in classifica con 17 vittorie su 20 incontri disputati. Un cammino verso lo scudetto 2021 che sembra quasi scontato. Un avversario sulla carta difficilmente battibile.
Ma anche il 5 gennaio del 2020 tutto faceva pensare a una Cantù vittima sacrificale nella partita del Forum di Assago contro l’Olimpia Milano. Invece il match si chiuse con uno storico successo dei brianzoli, con il punteggio finale di 83-89. Una delle più belle partite della gestione di coach Cesare Pancotto, che fece sognare i tifosi.
La speranza di entrare nei playoff stava diventando concreta, poi tutto si è fermato per l’emergenza sanitaria e il campionato è stato interrotto senza l’assegnazione dello scudetto.
Domani alle 18, dunque, l’Acqua S.Bernardo è impegnata al Forum contro l’Armani Milano. Match che vede i padroni di casa favoriti, ma con gli ospiti che certo non si vogliono proporre come le vittime sacrificali di turno. Soprattutto adesso, con Cantù che – assieme a Varese – ha agganciato in classifica una serie di squadre, creando un “gruppone” di formazioni che lotteranno per evitare l’ultimo posto, che significherebbe retrocessione. La certezza è che la lotta non sarà un testa a testa fra le due lombarde.
«Affrontiamo la squadra migliore del campionato – ha dichiarato Piero Bucchi, tecnico di Cantù, in sede di presentazione – e che ha davvero tutto, a partire dall’allenatore, a mio avviso il migliore in Europa. Quello dell’Olimpia è un gruppo con tantissimo talento nelle individualità».
«A noi non resta che andare al Forum per provare a fare una partita per certi versi sfacciata, coraggiosa e di grande intensità, proprio per cercare di tenere testa a una formazione che, oltre alle evidenti qualità tecniche, gioca molto bene assieme – aggiunge il coach emiliano – Dovremo prestare particolare attenzione ai loro uno contro uno e, da parte nostra, dovremo essere abili nel muovere bene il pallone in attacco. Inoltre, sarà necessario essere anche pazienti, perché di fronte a noi troveremo una difesa molto attenta a occupare l’area e ogni spazio».
Trasferta particolare per Bucchi, quella di domani. Il coach di Cantù è infatti il grande ex della sfida, visto che ha guidato Milano tra il 2008 e il 2011, conquistando 55 affermazioni in 94 sfide di serie A; considerate anche le presenze in EuroLega, il conto dei suoi successi sale a 69 su 130 gare (percentuale del 53%).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.