Cocco e Magella, nuovo giallo ambientato nel lago

la locandina del libro di Cocco e Magella

Esce domani da Marsilio il nuovo romanzo di Giovanni Cocco e Amneris Magella “La sposa del lago” mentre nel frattempo la serie “I delitti del lago di Como” (per ora in 4 volumi) è stata riproposta dalla Ue Marsilio/Feltrinelli con la ripubblicazione del primo episodio “Ombre sul lago”. Ecco la storia. Alle prime luci dell’alba di una gelida giornata d’inverno, nella suggestiva cornice dell’abbazia cistercense di Piona, sul ramo orientale del lago di Como, un monaco di nome Bassano rinviene il cadavere di una giovane donna avvolto in un lenzuolo bianco. Si tratta di Ginevra Bassi, una studentessa di diciannove anni. La ragazza è stata uccisa in circostanze misteriose, e il corpo presenta numerose ferite inflitte post-mortem. Le prime indagini, che vedono contrapposte le procure di due province, mettono in luce la doppia personalità della ragazza, le sue ambigue relazioni e il complicato rapporto che la legava a un uomo di vent’anni più anziano, il milanese Sergio Tagliaferri, pilota di linea per una nota compagnia di voli low cost. Chi ha ucciso Ginevra? Per quale motivo? Chi ha gettato il suo corpo nelle fredde acque del lago? Qualche settimana più tardi, a Como, nell’area industriale abbandonata dell’ex Ticosa, all’interno del tunnel che conduce alla frazione di Santa Marta, viene ritrovato il corpo senza vita di un anziano clochard. “Il Professore” è stato ucciso – apparentemente senza movente – nell’ambiente che gravita intorno al mondo dei senzatetto della fabbrica dismessa. I due efferati delitti segnano l’inizio di una nuova indagine del commissario Stefania Valenti che, insieme ai fidi Piras e Lucchesi e al commissario capo Giulio Allevi, dovrà far luce su un’intricata vicenda di passioni ed eredità contese, promesse tradite e miserie umane, in cui la soluzione del caso, come il diavolo, si annida nei dettagli. Una convincente e attualissima versione del romanzo poliziesco deduttivo classico – reso celebre da Agatha Christie e Sir Arthur Conan Doyle – in cui le due sponde del lago di Como, seducenti e misteriose, tengono il lettore col fiato sospeso fino all’inaspettato colpo di scena finale.

Un romanzo godibilissimo, scritto in modo comprensibile e coinvolgente per un pubblico trasversale (non solo per gli amanti del giallo), che avvince il lettore e sollecita domande sull’autenticità dei rapporti umani, e invita a non fidarsi della apparenze, e a sapere individuare chi fa il bene. Il male si annida dove meno te lo aspetti. Irresistibile poi quel prete di periferia amico dei senzatetto che legge Simenon. E lo scenario è come ormai ci ha abituato la serie del commissario della questura di Como Valenti, tutto comasco: oltre a Piona ci sono il Bassone, l’ex sant’Anna, le vie del centro, i monumenti del Razionalismo, le ville e le località del lago e anche villa “La Gaeta” dove è stato girato “Casino Royale” con Daniel Craig. “Un libro tutto all’insegna del numero due – dice Cocco – dato che ci sono due morti il che alza molto la nostra media, di solito ne abbiamo solo uno o non c’è proprio la vittima. E poi ci sono due indagini, due procure, le due sponde del lago coinvolte, e due mondi, quello dei benestanti e quello dei poverissimi”. Come ci si ispira alla realtà per un romanzo di questo tipo che inizia col ritrovamento due morti, un vecchio e una giovane? “Non c’è un collegamento diretto con fatti di cronaca – spiega Cocco – ma tante storie sentite e lette in giro nel corso del tempo hanno permesso di costruire le nostra storia. Che rispetto ad altri libri precedenti cambia stile di scritture, riduciamo le incursioni nei contesti familiari per andare dritti all’indagine. E i due aiutanti del commissario Valenti hanno finalmente una loro fisionomia psicologica di personaggi a tutto tondo. Il riferimento a Piona è anche un nostro omaggio al cinquecentenario della morte di Leonardo dato che da tanto tempo si discute se l’abbazia o il paesaggio che da essa si contempla ossia Santa Maria del Tiglio a Gravedona siano riconoscibili sullo sfondo del “Cenacolo”.

Prima presentazione del romanzo alla presenza degli autori sabato 28 settembre, alle 17.30 alla Libreria Colombre di Erba. Seguiranno giovedì 3 ottobre, ore 21 al Comune di Arosio, sabato 5 ottobre alle 18 alla Libreria Torriani di Canzo, mercoledì 9 ottobre, alle 18 alla Feltrinelli di Como, il 18 ottobre, 19.30, a Orsenigo (CO), con cena presso Trattoria San Biagio. Sabato 19 ottobre, 18.00, Lecco, Libreria Volante. Giovedì 24 ottobre, 21.00, Merone (CO, Biblioteca). Sabato 2 novembre, 20.30, Barni (CO), a cura della Libreria Torriani. Venerdì 8 novembre, 21.00, Asso (CO), Libreria Torriani. Domenica 17 novembre, 11.00, Book City, Arci Bellezza, Milano, con Massimo Cassani. Giovedì 21 novembre, 21.00, Albiate (MB), Libreria Torriani di Canzo. 31 gennaio – 2 febbraio Writers, Frigoriferi Milanesi.
Sabato 7 marzo 2020, 18.00, Morbegno (SO), Libreria Il Piccolo Principe. Cocco e Magella che con i loro gialli hanno venduto sinora 60mila copie saranno intervistati il 6 ottobre su Radio1 Rai.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.