Code e traffico impazzito in città: vertice questa mattina in Comune. Mercoledì un tavolo in Prefettura

Traffico nel giorno della Immacolata Concezione

Una riunione urgente, questa mattina in Comune,  per cercare di risolvere le criticità legate all’invasione di auto nei weekend natalizi. Il tema è ben noto: cercare di regolamentare in maniera sempre più efficace le code oceaniche di veicoli all’assalto di Como e in arrivo da ogni direttrice. Lo scenario natalizio in convalle è infatti questo e da anni ci si è abituati a dover fare i conti con problemi viabilistici e di sicurezza.
Il piano studiato dal Comune di Como e dagli organizzatori della Città dei Balocchi non è infatti riuscito a reggere l’urto in questi primi weekend. Se è pur vero che la campagna di comunicazione lanciata per spingere gli automobilisti a lasciare le macchine fuori città ha dato dei risultati, portando a saturazione l’autosilo Valmulini da sempre vera cattedrale nel deserto, è altrettanto vero che non hanno funzionato i collegamenti alternativi, vedi il bus navetta gratuito rimasto a lungo imbottigliato nel traffico. «I margini per trovare dei correttivi ci sono. E ovviamente li stiamo studiando – spiega l’assessore alla Mobilità Vincenzo Bella – È fondamentale anche avere a disposizione risorse economiche e umane. Già domani (oggi, ndr) faremo un primo bilancio di quanto accaduto nell’ultimo weekend che, se è stato un successo ai fini del ritorno pubblicitario per la città, ha però mostrato evidenti lacune».
I temi su cui si sta lavorando sono due: come poter implementare e far funzionare al meglio i servizi messi a disposizione per chi decide di lasciare le auto ai margini della città e la necessità di garantire, anche in situazioni di grande afflusso, la massima sicurezza. «La strategia di comunicazione sta producendo effetti – spiega l’assessore Bella – E se sul fronte sicurezza i vigili urbani e l’assessore competente stanno facendo le valutazioni del caso, io innanzitutto contatterò quanto prima la Navigazione Lago di Como per verificare la possibilità di implementare le corse dei battelli, così da rafforzare anche il collegamento via acqua per arrivare in città. Si andrà poi avanti anche con un ragionamento mirato ad aumentare le corse della navetta gratuita dalla Valmulini. Insomma il tema è ben noto e siamo al lavoro».
Altro fronte caldo, come detto, è la sicurezza. A guardare le foto delle strade d’accesso completamente paralizzate, di piazze e vie del centro dove non si riusciva a camminare, subito si pensa anche a come gestire eventuali problemi di sicurezza. «Il sistema da questo punto di vista sta funzionando – spiega l’assessore alla Sicurezza Elena Negretti – Ho monitorato personalmente con il comando dei vigili urbani la situazione del fine settima. Sabato è stato un giorno da record, mai visto. Ma nei 4 interventi di soccorso che si sono resi necessari non ci sono stati rallentamenti nel passaggio dei mezzi di soccorso e tutto ha funzionato. Sul fronte invece delle vie cittadine, la cartellonistica predisposta per segnare i percorsi di emergenza e i punti di raccolta aiuta sicuramente così come il personale messo per gestire i flussi e dare informazioni». E oltre alla riunione di questa mattina, «mercoledì è in programma un vertice in Prefettura con tutti i soggetti coinvolti per fare il punto della situazione, esaminando eventuali criticità e predisporre adeguati correttivi», chiude l’assessore Negretti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.