Colpisce la compagna davanti alla figlia: arrestato un uomo di Mariano

Davanti alla figlioletta di 6 anni, ha colpito alla testa la ex compagna fino a farle perdere i sensi, poi si è allontanato portandosi via la bambina. Rintracciato dai carabinieri, l’uomo, un 38enne di Mariano Comense, è stato arrestato. Trasportata in ospedale, la donna picchiata ha una prognosi di 50 giorni. E’ spaventata ma in perfette condizioni invece la bambina, che era stata portata dalla nonna paterna.

La violenza si è consumata venerdì sera ad Arosio, dove la giovane donna picchiata, 23 anni, vive con la figlia dopo la separazione dall’ex compagno. La bambina è stata affidata alla mamma.  Ad Arosio sono intervenuti l’ambulanza e i carabinieri della compagnia di Cantù. La donna è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Antonio Abate, dove i medici le hanno diagnosticato traumi alla testa ed ematomi guaribili in 50 giorni. Mentre era in ospedale, la giovane è stata contattata dall’ex compagno, che ha annunciato di volerla raggiungere nel reparto di emergenza. Ad attenderlo però, al suo arrivo c’erano i militari dell’Arma che lo hanno arrestato con l’accusa di lesioni gravi, sottrazione di minore, violazione di domicilio e violenza privata. Comparso ieri in Tribunale a Como per il processo con rito direttissimo, il 38enne ha chiesto i termini a difesa. Il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere in attesa della prossima udienza, fissata per la settimana prossima. L’uomo è stato dunque rinchiuso al Bassone.

Ulteriori particolari sul Corriere di Como in edicola domenica 19 gennaio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.