“Come farfalle”, il teatro sfida l’Alzheimer

Miriana Ronchetti

Si intitola Come farfalle… Quando la vita diventa un volo lo spettacolo poetico e commovente di Miriana Ronchetti in programma l’11 gennaio al Nuovo di Rebbio in via Lissi 9 con doppio spettacolo (ore 16.30 e replica 20.30).
La storia racconta le vicissitudini di una figlia alle prese con la cura quotidiana della madre affetta da demenza. Si vuole così sensibilizzare la cittadinanza sulle tematiche relative alla demenza senile e alla malattia di Alzheimer.
«Un incoraggiamento a vivere in modo “creativo” il dolore. Non bisogna chiudere gli occhi di fronte al dolore che provoca il cambiamento della vita. Ho scritto questa storia con verità, senza fantasia. È una parte di ciò che ho affrontato con mia madre e alla fine, incredibile, ci siamo anche divertite, fra un pianto e l’altro» ricorda Miriana.
«Lo spettacolo potrà essere rappresentato anche per associazioni che desiderano effettuare una raccolta fondi per le loro attività, diffondendo comunque un messaggio di conoscenza della tematica» aggiunge l’attrice e drammaturga nonché regista comasca che sarà in scena con Manuela Luvrano e con le voci fuori campo di Alessandro Quasimodo («Uno spettacolo che fa riflettere ma anche divertente, bello, emozionante» ha commentato il figlio del premio Nobel Salvatore Quasimodo) e Anna Scialoja.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.