Como, 316 positivi, cala il rapporto sui tamponi (9,4%)

Prosegue polemica a Udine. Fedriga

La Lombardia non è ancora uscita dalla fase di emergenza. Ma gli indicatori – tutti, tranne il numero dei decessi, che è l’ultimo a calare – continuano a dare segnali incoraggianti.

Per la prima volta dopo settimane, il tasso di positività – ossia il rapporto tra tamponi effettuati e risultati positivi – è sceso sotto la soglia del 10%.
Nelle ultime 24 ore in Lombardia sono stati processati poco più di 36mila tamponi, dei quali 3.425 sono risultati positivi. Il rapporto è pari al 9,4%.
Ma altri due numeri trasmettono un discreto ottimismo: il calo dei ricoverati per Covid sia nei reparti ordinari (-120) sia nelle terapie intensive (-21). Dati, questi, che misurano un alleggerimento della pressione sugli ospedali lombardi.

Come detto, però, il numero più drammatico – quello relativo ai decessi – è anche l’ultimo a calare: nelle ultime 24 ore in Lombardia si sono registrate 175 nuove vittime del Covid.
Pressoché invariata, infine, la distribuzione dei nuovi positivi sulle province. Escludendo Milano (che per dimensioni è ovviamente prima), si conferma critica l’area compresa tra Como, Varese e Monza. In provincia di Como si registrano 316 nuovi contagi. Da segnalare anche i numeri delle province di Brescia (303) e Mantova (265).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.